Galactico. Per la maglia che indossa, per l’ingaggio che prenderà. Cristiano Ronaldo firmerà questo pomeriggio il rinnovo del contratto con il Real Madrid fino al 2018, con uno stipendio annuale di 17 milioni di euro netti. Soldi, tanti soldi, che lo fanno diventare il giocatore più pagato del mondo, davanti al nemico Messi, fermo, si fa per dire, a 16.  Un prolungamento che era nell’aria che dà ancora una volta ragione al portoghese. Per restare a Madrid e rifiutare la ricca proposta del Manchester United, pronto a fare follie per riportarlo all’Old Trafford,  l’asso portoghese chiedeva di essere “coccolato” con un’offerta irrinunciabile, da prima donna, che potesse mettere in ombra l’acquisto milionario di Gareth Bale (a segno ieri all’esordio contro il Villarreal).

La firma sul nuovo accordo arriverà questo pomeriggio, davanti alla stampa, in una sorta di cerimonia. Il Real Madrid ha infatti convocato una conferenza stampa alle 13.45 sul palco del Santiago Bernabeu. Arrivato in Spagna nel 2009, Ronaldo in quattro anni, tra Coppe e Liga, ha segnato con la maglia blanca 203 gol in 203 partite. Nel nuovo contratto conserverà anche il 50% dei diritti d’immagine mentre il Real Madrid incasserà una percentuale degli introiti pubblicitari di CR7.