Il neo acquisto bianconero Romulo ha parlato oggi al canale tematico della Juventus, Jtv. L’intervista sarà trasmessa alle ore 18.00, ma il sito ufficiale dei Campioni d’Italia ha anticipato alcuni passaggi. L’italo-brasiliano conferma le qualità umane già mostrate in occasione della sua presentazione in bianconero dello scorso 2 agosto.

Relativamente all’inizio della sua avventura con la Vecchia Signora dichiara: ‘Sono rimasto stupito per l’accoglienza ricevuta, perché qui si sta come in famiglia. Allegri è un allenatore serio e tranquillo, ma pretende il massimo e quando siamo in campo ci sprona in continuazione, non dico urlando, ma quantomeno alzando la voce… Al momento sono all’80, 85%, ma è normale: sono stato fermo praticamente tre mesi e avevo perso un po’ di condizione atletica. Mi sto riprendendo però e in una settimana, dieci giorni, sarò al massimo‘.

Relativamente alla Champions League e ai sorteggi dei gironi in programma per giovedì prossimo ‘Sarà emozionante. Spero si possa fare bene e che sia una grande stagione per tutti noi. I miei obiettivi personali? Segnare e far segnare di più rispetto alla passata stagione‘.

Il jolly si sofferma anche sulla sfida di sabato prossimo contro il Chievo Verona ‘Non è mai facile affrontare il Chievo perché si chiude bene e gioca con undici uomini dietro la linea della palla. Dovremo avere pazienza, fare possesso e sfruttare le occasioni per cercare di segnare il prima possibile, in modo da aprire il gioco e portare a casa non solo una vittoria, ma anche un risultato largo‘.

A proposito della gara contro il Chievo. Resta in forse Pirlo (al momento più no che sì) che ha rimendiato una botta alla coscia durante il Trofeo Tim a causa di uno scontro con il milanista Menez. In attacco, invece, sarà difficile recuperare Morata che potrebbe essere pronto subito dopo la sosta per le nazionali e Giovinco, Llorente non sono al meglio per problemi influenzali.  Anche Padoin e Pereyra  patiscono problemi simili.  A tutto ciò si vanno a unire le sicure assenze  dei difensori Barzagli, infortunato, e Chiellini che dovrà scontare due turni di squalifica in serie A. Non il massimo per l’esordio nel nuovo campionato. Occorre poi considerare le partenze non sempre brillanti delle compagini di Allegri. Inoltre la Juve vista al Trofeo Tim non ha fornito segnali del tutto confortanti, ma dall’interno della squadra trapela serenità: questo è importante. La situazione non è troppo preoccupante. Sbagliare la prima gara non sarebbe una tragedia, ma un buon inizio è sempre positivo.

LEGGI ANCHE:

Calciomercato Juventus: parla Marchisio, in attacco Coman possibile soluzione interna, Pirlo infortunato

Calciomercato Inter: Kuzmanovic verso il West Ham