Seconda vittoria consecutiva della Roma di Spalletti maturata al Mapei Stadium contro il Sassuolo di Di Francesco e giallorossi che tornano a macinare punti in classifica agganciando temporaneamente l’Inter, impegnata in serata col Chievo, al quarto posto. Il tecnico umbro analizza così il successo in trasferta dei suoi: “Nel primo tempo siamo stati molto bravi a fare del possesso palla la nostra qualità, poi a interpretare il momento e andare dietro la linea difensiva. Avevamo guadagnato un risultato che poteva essere più netto ma non ci siamo riusciti. Nel secondo tempo abbiamo sofferto, perché il Sassuolo è una bella squadra, ma è stato un merito anche questo e alla fine la vittoria è il risultato giusto. Con il Sassuolo devi pedalare, se non hai condizione fisica e mentale diventa difficile…“.

Qualche notazione tecnica da parte di Spalletti che a Reggio Emilia ha cambiato un po’ le carte tattiche della sua Roma, senza scompaginarle, cercando più comunicazione tra i tre davanti anche grazie al felice inserimento di Perotti, che si è sacrificato parecchio anche in ripiegamento: “A Perotti si può chiedere di fare anche la mezzala? Sa coprire la posizione. Se avessimo voluto cambiare qualcosa a centrocampo avrei invertito lui e Pjanic. Perotti ha passo e sa portare bene il pallone e non è facile“. Inevitabile a questo punto la domanda su una probabile rentrée nella corsa scudetto da parte della Roma: “Ci sono tanti ostacoli ma vengono uno per volta, se lo spirito è quello di stasera si può ricreare l’entusiasmo e potrebbe essere un bel miscuglio“.

Interpellato anche El Shaarawy per l’occasione, visto che la sua seconda avventura in Serie A con la Roma è iniziata nel migliore dei modi con due sigilli consecutivi, e il momento sembra dare sensazioni davvero positive per il presente e il futuro del Faraone: “Ho avuto subito la fiducia da parte del mister e di questo lo ringrazio molto. L’ho detto anche all’inizio, quando sono arrivato. Sono venuto qua per cercare di dare una mano, di dare il mio contributo. Oggi abbiamo fatto una grande partita, anche se sofferta. Però, l’abbiamo sofferta nel modo giusto, siamo contenti dei tre punti e dobbiamo continuare così. Abbiamo cercato di mantenere il risultato, fortunatamente non è andato dentro il rigore e, poi è stato anche bravo Perotti, nell’ultima occasione, a passarmi la palla. È stata una vittoria di cuore e siamo contenti di questo. Sapevamo che comunque era una gara difficile, il Sassuolo ha dei grandi giocatori, anche loro non hanno mollato fino alla fine e hanno cercato il gol. Noi siamo stati bravi, l’abbiamo preparata bene e adesso dobbiamo continuare su questa strada. Abbiamo fatto due vittorie consecutive, ma non esaltarci troppo“.