Ascoltando la campana bianconera sembrerebbe oramai che la trattativa Miralem Pjanic-Juventus sia praticamente in dirittura d’arrivo poiché il club di Andrea Agnelli ha già ufficialmente fatto sapere che il giocatore della Roma è una delle priorità per quanto riguarda il mercato juventino a caccia di figure di grande livello che possano migliorare ulteriormente una rosa già eccellente. Lo stesso mister Massimiliano Allegri ha elogiato le qualità del bosniaco sia per estro individuale che per duttilità d’impiego. Un giocatore che in sostanza possa ricoprire il ruolo di trequartista ma anche, alla bisogna, di interno di centrocampo oppure regista. Ciò che per ora non è disposta a fare la Juventus è pagare l’intera clausola di 38 milioni di euro per assicurarselo. Di qui il senso di una trattativa.

Il tecnico della Roma Luciano Spalletti però, raggiunto da un giornalista Ansa durante un convegno all’Università La Sapienza di Roma sulle barriere allo stadio Olimpico, ha voluto dire la sua su tale operazione di mercato e sulla possibilità di addio anche da parte di Nainggolan: “È chiaro che i giocatori di qualità della Roma sono nel mirino di alcune società. Però questi stessi calciatori mi hanno assicurato, visto che io con loro ci parlo quotidianamente, che vogliono rimanere“.

Ci tiene a far sapere, il tecnico toscano, che la società giallorossa, ripartita con un nuovo progetto i cui risultati sono stati sotto gli occhi di tutti, ha una certa rilevanza per questi giocatori, ma sottolinea anche che: “questi discorsi poi vanno approfonditi perché ci sono delle situazioni nel calcio che possono scatenarsi e mi riferisco al fatto che una società acquisti un giocatore da un altro club. Valuteremo, ma la volontà dei calciatori è di rimanere a giocare qui. E questo perché si sono trovati bene e hanno piacere ad indossare questi colori. Se mi dispiacerebbe vedere Pjanic alla Juventus? Io ho piacere se i giocatori fanno quello che li rende felici. Si debbono confrontare con delle situazioni individuali, soggettive“.