Che qualcosa fosse davvero cambiato dalle parti di Trigoria, lo si pensava e diceva fin dalle prime settimane dall’arrivo di Luciano Spalletti sulla panchina giallorossa (dopo l’esonero di Rudi Garcia), anche quando ancora dovevano giungere le vittorie, che ora sono arrivate ad essere ben sei di fila. Un bottino di 18 punti che ha ri-proiettato la Roma ai vertici della classifica (approfittando e attendendo l’esito dei due big match in programma nell’ottava giornata di ritorno Fiorentina-Napoli e Juventus-Inter), confermandola come terza forza del campionato. “Una grande prestazione, contro un ottimo Empoli – ha dichiarato Spalletti nel post partita di Empoli-Roma. Abbiamo concesso poco e fatto gol. Stiamo avendo continuità e questo è importante. Il possesso palla mi è piaciuto. Così si consumano meno energie“.

Si torna, anche se solo per accenni, al “caso Totti“, ma ber ribadire ancora una volta l’importanza del collettivo rispetto ai singoli: “Non ci sono riserve, siamo tutti squadra – aggiunge il tecnico giallorosso. Anche Totti. Avrei voluto metterlo per tenere palla ma la squadra stava faticando a salire e ho fatto altre scelte. Io sono il primo a essere dispiaciuto per quello che è successo. I tifosi? Con loro siamo più forti. Oggi ci hanno dato una grossa mano“.

E adesso Spalletti guarda avanti e non soltanto a un campionato, di fatto riaperto, perché martedì 8 marzo la Roma è attesa dal Real Madrid al Bernabeu, forte di un risultato praticamente impossibile da ribaltare (2-0 all’Olimpico per i Blancos) con il Real che, essendo stato sconfitto in casa nel derby con l’Atletico, ha perso ogni speranza di lottare per la Liga, concentrandosi ora esclusivamente nella Champions League: “È una gara proibitiva, ma non impossibile – ha dichiarato Spalletti. Ce la giochiamo come qualsiasi partita. All’andata potevamo segnare noi. Quando sono arrivato a Roma ho lavorato sulla testa dei calciatori, servivano motivazioni. Poi piano piano le cose sono cambiate. Ma le vittorie viziano, dobbiamo fare le cose seriamente“.