Con un volo proveniente da Londra è sbarcato nella giornata di ieri a Fiumicino Mohamed Salah con moglie e figlioletta al seguito. L’orario previsto era quello delle 17 ma il giocatore ha fatto scalo nell’aeroporto laziale con un’ora di ritardo, alle 18:10 circa, poiché l’aereo ha atteso in pista oltre 40 minuti prima di poter attraccare, a causa del rallentamento legato all’incendio nella vicina pineta di Focene. Il tempo di mettere i piedi a terra che già il futuro neo-acquisto della Roma era stato preso d’assalto dai tifosi giallorossi che lo attendevano con ansia al terminal dell’aeroporto, accompagnandolo con foto e cori folkloristici.

Situazione assolutamente inedita e più che mai ingarbugliata quella del giocatore egiziano poiché a fronte di un accordo già in essere con il Chelsea, proprietario del cartellino temporaneamente ceduto alla Fiorentina con diritto di riscatto previo consenso del giocatore. Consenso che però figura solo in una scrittura privata firmata dal dg viola Sandro Mencucci e non nel contratto tra Fiorentina e Chelsea. Ginepraio che sarà risolto esclusivamente per vie legali visto che la Fiorentina non vuole cedere seguendo canali più amichevoli e informali.

il Chelsea richiederà alla Fifa entro questo weekend il rilascio di un transfer temporaneo (Itc) per sancire l’operazione di cessione con la Roma, la quale pagherà 23,5 milioni di euro per l’acquisto del giocatore (due milioni subito e 21,5 come riscatto obbligatorio, per il giocatore è previsto un ingaggio di 2,7 milioni annui più bonus). L’operazione complessiva però impiegherà dei tempi tecnici stimati in una decina di giorni per la risposta della Fifa, alla quale potrebbe seguire un ricorso al Tas di Losanna da parte della Fiorentina.

Non c’è dubbio che Salah è e rimane un acquisto già definito dalla Roma, il problema è solo di natura burocratico-legale. Un acquisto molto importante che va ad occupare tra l’altro uno “slot” per la questione extracomunitari. L’altro rimasto a disposizione è riservato a Edin Dzeko, considerato l’obiettivo prioritario del mercato giallorosso che dunque defletterà dalla pista Baba (extracomunitario in eccedenza) per quanto riguarda il rinforzo sulla fascia laterale sinistra sulla quale la Roma si sta orientando verso Lucas Digne del PSG.