Ormai la Roma sembra essersi rassegnata a perdere Miralem Pjanic durante la sessione estiva del calciomercato. Sia le parole di Spalletti sabato sera al termine della finale di Coppa Italia («Se con Pjanic la Juventus sarebbe ancora più forte? Sì, è un giocatore forte, lo sarebbe. Resta? Non lo so, a Roma si sta bene, poi nel calcio ci sono situazioni che si possono verificare, succede.») che le recenti dichiarazioni del bosniaco, lasciano intendere che tra i giallorossi e il centrocampista ormai siamo arrivati ai titoli di coda.

Rispetto al suo collega di reparto Nainggolan (molto legato a squadra e città), per Pjanic non sarebbe un problema lasciare Roma: dopo 5 anni passati nella capitale, vorrebbe provare altre esperienze, sia per provare a conquistare trofei che con la società giallorossa non è riuscito a vincere, sia per guadagnare di più. Qualora dovessero arrivare delle proposte, Pjanic le ascolterebbe con interesse, partendo però dal presupposto che il ds Walter Sabatini non ha la minima intenzione di fare sconti sulla sua clausola rescissoria di 38 milioni: se qualcuno vuole il centrocampista, dovrà pagare fino all’ultimo centesimo. La Juve difficilmente metterà sul piatto una cifra del genere, ecco perché le favorite nella corsa al talento bosniaco restano Barcellona e Bayern Monaco, con Paris Saint Germain e Atletico Madrid pronte a inserirsi.

Al momento, nessuno degli scenari possibili sembra riguardare un rinnovo di Pjanic con la Roma, dunque, ma ovviamente nel calcio mai dire mai. Qualora dovesse realmente partire il bosniaco, la Roma virerebbe con forza verso Axel Witsel, centrocampista belga attualmente in forza allo Zenit di San Pietroburgo e che Spalletti ha già avuto modo di allenare nella sua esperienza in Russia. Tra i due c’è una grande sintonia e pare che l’allenatore della Roma sia già riuscito a strappare il “sì” del giocatore per un eventuale trasferimento nella capitale. Witsel sa bene che Spalletti è in grado di portare il suon rendimento alle stelle e sarebbe più che contento di lasciare lo Zenit per riabbracciare il suo vecchio maestro.
Il centrocampista, al momento in ritiro con la nazionale belga, avrebbe anche scherzato parecchio con Nainggola sulla possibilità di giocare insieme anche nella Roma. L’ipotesi potrebbe concretizzarsi prima di quanto non pensino.

Axel Witsel ha 27 anni ed è allo Zenit dalla stagione 2012-2013. È uno dei centrocampisti più ambiti d’Europa e nell’ultima stagione ha collezionato – tra campionato e coppe – 26 presenze condite da 4 gol.