Domenica, alle 15.00, la Roma ospiterà all’Olimpico l’ultima della classe, in una sfida che non dovrebbe nascondere particolari insidie per la compagine di Garcia, ancora fiduciosa di poter agguantare la vetta. Il Parma – che nel calciomercato invernale ha perso molti dei suoi interpreti migliori –  sembra invece aver abbandonato ogni velleità di salvezza, ma perlomeno la situazione finanziaria del club sembra ora versare in acque più tranquille grazie all’ingresso della nuova proprietà.

ROMA Finalmente Garcia ritrova la coppia ivoriana Gervinho e il neo acquisto Doumbia, rientranti vincitori dalla Coppa d’Africa. Davanti alla porta difesa da De Sanctis, ci sarà la coppia centrale Astori-Manolas corroborata sugli esterni da Torosidis a destra (Maicon non convocato per problema al ginocchio) e Cole a sinistra al posto dello squalificato Holebas. A centrocampo torna arruolabile De Rossi, che partirà con molta probabilità dal primo minuto insieme al solito frangiflutti Nainggolan e Keita, quest’ultimo favorito su Pjanic, reduce da un’attacco influenzale. Non convocato Totti per influenza, in avanti ci sarà spazio il rientrante Florenzi insieme a Ljajic e Gervinho, quest’ultimo in ballottaggio con il connazionale Doumbia.

PARMA Fra i pali Mirante. In difesa mister Donadoni punterà sulla coppia centrale Santacroce-Lucarelli e sugli esterni Cassani e Feddal, in ballottaggio con Costa. A centrocampo dovrebbero partire dal primo minuto Nocerino, Mariga e Mauri. In avanti Rodriguez e Varela si muoveranno a supporto dell’unica punta Palladino

ROMA (4-3-3) De Sanctis; Torosidis, Astori, Manolas, Cole; Nainggolan, De Rossi, Keita; Florenzi, Ljajic, Gervinho. All. Garcia

PARMA (4-3-3) Mirante; Cassani, Santacroce, Lucarelli, Feddal; Nocerino, Mariga, Mauri; Rodriguez, Palladino, Varela. All. Donadoni.