James Pallotta è sbarcato nella capitale, atteso da una fitta agenda di impegni. In agenda diversi incontri, forse anche per stabilire il rinnovo contrattuale di Kostas Manolas, per stabilire il rinnovo contrattuale. E lancia una stoccata a Totti.

Trittico di partite

Il presidente della Roma, atterrato alle 7 all’aeroporto di Ciampino con il suo aereo privato, si è recato presso lo studio Tonucci. Nei prossimi giorni parlerà con l’amministratore delegato Umberto Gandini e il responsabile del settore commerciale Luca Danovaro. Intanto domani assisterà alla sfida esterna contro la Sampdoria e poi sosterrà i suoi giocatori nelle gare davanti al pubblico amico: martedì il debutto in Champions League contro l’Atletico Madrid, sabato duello contro l’Hellas Verona in campionato. “Sono qui per vedere tre partite”, il commento rilasciato ai cronisti sui motivi del suo viaggio.

Totti allenatore? “Gran lavoro da manager”

Meno convinto il tycoon italoamericano sul futuro di Totti come allenatore. Il campione del mondo sosterrà il corso Uefa B per diventare allenatore di tutte le squadre giovanili, Primavera esclusa, e di tutte quelle dilettanti, fino alla Serie D inclusa. Ma Pallotta non crede sia quella la strada da battere: “Per ora - ha detto – sta facendo un grande lavoro con Monchi da manager. Nei prossimi giorni saranno trattati vari temi, dallo stadio alle trattative per il rinnovo contrattuale di Manolas. Riunioni che coinvolgeranno tutte le aree strategiche del club.

Destinazione Genova

Per ora pensiero rivolto alla trasferta di Marassi. Pallotta seguirà la squadra con Monchi e Totti, oltre ad altri dirigenti, dopo il ko a opera dell’Inter. Totti partirà oggi alle 18 con il gruppo di Di Francesco, il presidente invece stasera resterà a Roma e arriverà a Genova direttamente domani: “Sono qui per divertirmi”, ha chiosato Pallotta.