Il presidente della Roma, James Pallotta, si dice soddisfatto per il mercato fatto dalla società giallorossa fino a questo momento. Gli acquisti di Juan Jesus, Gerson e Alisson hanno acceso la fantasia del numero uno del club capitolino, che contattato dal Corriere dello Sport, ha espresso tutta la sua soddisfazione per le operazioni di mercato fin qui raggiunte, convinto che la squadra si farà trovare pronta per il preliminare di Champions League, vero e proprio spartiacque della stagione romanista: «Sono assolutamente soddisfatto di queste operazioni. Sono convinto che la squadra si farà trovare pronta per i preliminari di Champions League, non ho dubbi. Gli allenamenti sono già molto duri». Manca un mese ai preliminari, il 5 agosto finalmente si conoscerà il nome dell’avversaria della Roma.

Nel frattempo sembra molto vicino anche l’acquisto di Nacho del Real Madrid. Spalletti era stato chiaro, oltre a Juan Jesus servivano altri rinforzi per la linea difensiva e a breve potrebbe essere accontentato. L’accordo con il giocatore è stato già trovato da tempo, mentre va ora perfezionato quello con i blancos, che da quanto risulta, avrebbero acconsentito a dare in prestito il difensore, senza mettere l’obbligo di riscatto. Proprio ieri, il procuratore di Nacho, Josè Seguì, ha espresso una certa soddisfazione in seguito all’incontro con il direttore sportivo giallorosso Sabatini: «Ho sensazioni positive. Con i giallorossi c’è stato un confronto proficuo e sia noi che Nacho siamo contenti della proposta che abbiamo ricevuto. Adesso è tutto nelle mani del Real Madrid».

Oltre a Nacho, la società giallorossa sta intensificando i contatti con l’Udinese per provare ad acquisire il terzino destro Widmer, il cui profilo piace molto sia a Spalletti che agli uomini mercato della Roma. La conferma arriva da Nereo Bonato, direttore sportivo del club friulano: «Sono molte le squadre interessate a Widmer, al momento non ci sono vere e proprie trattative. Non nascondo una chiacchierata con Sabatini in merito al terzino, staremo a vedere, l’interesse c’è».