Il centrocampista della Roma, Radja Nainggolan, denuncia una certa insofferenza nei confronti del pubblico giallorosso, soprattutto dentro le mura amiche dello Stadio Olimpico. Niente di particolarmente preoccupante, ovviamente: lui è uno degli idoli della tifoseria, uno dei giocatori più amati… però, ultimamente sente che qualcosa non va: secondo il centrocampista belga, i tifosi s’infiammano solo quando entra Francesco Totti, mentre durante il resto della partita non supporterebbero adeguatamente la squadra.

«Spalletti ha detto che manca personalità? Io mi sento leader, lo dimostra anche la mia tipologia di gioco, poi certo bisogna sempre vedere gli episodi nelle partite. Se guardiamo il primo tempo con la Samp sicuramente sembravamo un’altra squadra rispetto alla ripresa», ammette Nainggolan. Poi ecco che arriva la frecciatina ai tifosi: «con l’ingresso di Francesco si è visto da parte dei tifosi un entusiasmo maggiore – dice il centrocampista – Ma io mi domando se non potevano sostenerci anche nel primo tempo quando stavamo perdendo 2-1».  Il belga, che oggi rappresentava la squadra in sede di presentazione di un nuovo sponsor della Roma, EZTrader, ha proseguito con il suo ragionamento: «Invece hanno cominciato a fischiare, e così non è sempre facile giocare con tranquillità. Ovviamente l’ingresso di Totti ha cambiato marcia a tutti quanti anche perché dal pubblico la spinta è stata 2-3 volte maggiore rispetto a prima».

Passando invece al suo atteso rinnovo contrattuale, Nainggolan assicura che non ci saranno assolutamente problemi tra lui e la Roma: «Io qui sono felice, questa cosa sicuramente si risolve. Presto troveremo l’accordo».