UPDATE!! ore 14.36: La Procura Federale della Figc ha segnalato il caso al Giudice Sportivo per l’applicazione della prova televisiva per la gomitata rifilata da Chiellini a Pjanic durante Roma-Juve.Il difensore farà parte della lista dei 30 preconvocati per il Mondiale 2014. Prandelli ha ritenuto che il suo gesto non fosse intenzionale quindi non è punibile secondo il codice etico.

La Juventus vince anche all’Olimpico contro la Roma (1-0) e si porta a 99 lunghezze. Supera un’altro record e diviene la squadra che è riuscita a fare più punti in una serie A. Domenica prossima contro il Cagliari potrebbe sfondare il muro dei 100. A scudetto già aritmeticamente conquistato i bianconeri si portano a più 14 sui giallorossi secondi in classifica. Devastanti.

Straordinaria gioia per Pablo Daniel Osvaldo. Il Southampton ha fissato il suo diritto di riscatto a circa 18 milioni. A lui piacerebbe restare bianconero, ma pare difficile che la Juve possa raggiungere certe cifre. Ieri l’italo-argentino ha regalato una immensa gioia a se stesso e alla Vecchia Signora. Entra al 74′ sostituendo Llorente. Il pubblico giallorosso non lo ama certamente. Non gli ha perdonato i vari atteggiamenti della scorsa stagione e l’addio è stato molto turbolento. I fischi al suo ingresso in campo sono assordanti. Lo juventino non vede la palla fino al 94′ quando raccoglie un’assist di Lichsteiner e spedisce la sfera all’incrocio dei pali dove Skorupski non può arrivare. Zittito lo stadio. Una vendetta micidiale che rovina in parte la festa giallorossa andata in scena dopo la gara. Splendido l’abbraccio che gli regalano i compagni dopo la rete e le parole che gli rivolge il suo tecnico Conte ‘grazie, grazie Daniel‘ stampandogli un bacio in testa. Una gioia immensa per un ragazzo che sta vivendo un momento particolarmente difficile. Ora per lui si riaccende anche il discorso legato a un’eventuale convocazione al Mondiale.

Non è solo gioia per la Vecchia Signora. Al 13′ della ripresa, sugli sviluppi di un calcio di punizione per i bianconeri, Chiellini colpisce Pjanic con una gomitata al volto. L’arbitro Russo fischia un fallo a favore della Roma, ma non prende alcun provvedimento nei confronti del difensore bianconero che era già ammonito. Ora la polemica impazza. Il caso ricorda parecchio quello accaduto poche settimane fa a Destro. L’attaccante giallorosso fu sanzionato mediante prova televisiva e fu squalificato per ben 4 turni. Vedremo cosa accadrà al bianconero. Dalla decisione del Giudice Sportivo potrebbero derivare anche conseguenze relative al Codice Etico prandelliano e alla convocazione al Mondiale. Manca ormai poco alla comunicazione dei 30 pre convocati del c.t., ma da questo punti di vista il difensore non dovrebbe rischiare troppo. Nel dopo gara  Pjanic lo attacca ‘ io ho sentito un colpo e ho perso sangue, e il sangue non viene da solo. Io ho sentito un colpo e mi dispiace dover parlare di altri giocatori perché è una cosa che non mi piace fare ma certe immagini le rivedo spesso, non è la prima volta. Destro è stato squalificato 4 giornate, vediamo cosa succede ora‘. Il numero 3 della Juve si giustifica così ai microfoni Sky ‘era uno schema, un blocco stile basket e volevo liberare Asamoah. Russo ha visto. La gomitata è stata reciproca. Non basta sfiorare per avere tutto questo. Io me le cerco, come i cori contro, ma ora si sta parlando del nulla. Ho chiesto scusa, ma non volevo fare male. Il calcio è contatto’. In ogni caso il difensore toscano era visibilmente nervoso e si è beccato più volte con i giallorossi, soprattutto con Totti. Lo stadio gli ha rivolto molti cori non certamente gradevoli. Il suo modo irruento di interpretare il calcio lo porta, a volte, a superare i limiti e in questo potrebbe migliorare, ma non è un mostro come ogni tanto viene dipinto.

Ultimamente non può mancare il tormentone sul futuro di Conte e sul calciomercato. Il tecnico bianconero non lascia certo tranquilli i tifosi della Vecchia Signora ‘in questi giorni si farà chiarezza sulla mia posizione nell’ambito Juventus. Per quanto riguarda l’anno sabbatico io non sono d’accordo a prescindere, se poi dovessimo decidere di lasciarci valuterei offerte intriganti e che mi stuzzicano. Se poi non dovesse arrivare niente allora mi godo la famiglia, anche se so che dopo due o tre mesi inizio a dare capocciate’. Sincere le parole che seguono migliorare questa Juve è difficilissimo. Non getto fumo negli occhi dei nostri tifosi. Attualmente questa Juve è da ottavi, quarti, eventualmente semifinali di Champions. Bisogna capire se ci sono margini per migliorarci ancora. Io da questo punto di vista nutro dei dubbi’. Poi in conferenza stampa ‘sono sicuro che nella mia carriera vincerò la Champions, l’ho vinta da calciatore e la vincerò da tecnico. Se mi chiedi se oggi è fattibile vincere con la Juventus la Champions, ti dico no’. Chiaro e concisoContinua quindi l’ansia dei supporter bianconeri che non vorrebbero perdere il loro condottiero. La speranza è che la situazione si risolva al più presto anche perchè conoscere il futuro del tecnico diventa fondamentale in vista del calciomercato. In tanto per la sua successione spunta anche il nome di Zidane, attualmente vice di Ancelotti al Real Madrid. Pogba, invece, ribadisce ancora la sua volontà di rimanere a Torino.

LEGGI ANCHE:

il commento di Roma-Juve

Atalanta-Milan: la corsa di Seedorf finisce a Bergamo