Partita indubbiamente affascinante e dai molteplici temi il big match d’esordio di Champions League edizione 2015-2016 tra Roma e Barcellona culminata con un pareggio per 1-1. Una sfida col passato per quanto riguarda il tecnico Luis Enrique, tornato a “visitare” Roma da trionfatore coi blaugrana, il Barcellona che domina territorialmente e col possesso palla ma non riesce a piegare fino in fondo la resistenza gagliarda di una Roma orgogliosa e coriacea, i giallorossi che, dal canto loro, nonostante un assetto super-offensivo fanno molto meglio in fase di non possesso e poi il fantasmagorico gol da metà campo di Alessandro Florenzi.

Roma-Barcellona oltre questo è stata anche, o forse soprattutto, partita maschia, di quelle in cui i mastini del centrocampo, ma non solo, hanno ringhiato. Un match a tratti molto duro dove in seguito a irregolarità davvero da codice penale ne hanno fatto le spese il portiere Wojciech Szczesny, neo-acquisto della Roma in prestito dall’Arsenal, e il centrocampista blaugrana Rafinha, fratello di Thiago Alcantara e figlio di Mazinho. Il numero uno polacco a causa di uno scontro con Luis Suarez rimedia uno stop di almeno un mese. Niente fratture fortunatamente ma una fermata in infermeria comunque lunga: il referto clinico parla di “impegno distrattivo capsulo legamentoso al quarto dito della mano sinistra”: starà fuori dalle 4 alle 6 settimane. Sarà dunque sostituito, come ieri sera a partita in corso, da De Sanctis che rimarrà titolare almeno fino alla partita contro l’Empoli di sabato 17 ottobre.

Infortunio molto più serio invece quello occorso a Rafinha dopo l’entrata sconsiderata di Nainggolan. L’ennesima verrebbe da dire, anche in considerazione dell’entrata assassina su Mattiello in prestito al Chievo durante la scorsa stagione che sta tuttora costando al giovane talento di proprietà della Juventus mesi di stop. Per il brasiliano del Barça si tratta di rottura del legamento del crociato del ginocchio destro e di stagione perciò finita. Nainggolan ha già fatto naturalmente le sue scuse al giocatore con un tweet postato sul suo profilo ufficiale nel quale ammette di essere sinceramente dispiaciuto. Però di fatto Rafinha perderà un anno sui campi.

https://twitter.com/OfficialRadja/status/644467924347060224