In attesa che si sblocchi il calciomercato, sia in entrata che in uscita (forse il punto più delicato), la Roma prosegue con le sue amichevoli di prestigio dall’altra parte del mondo. L’esordio nella International Champions Cup è stato positivo, con la vittoria ai calci di rigore contro il Real Madrid di Rafa Benitez in quel di Melbourne. Oggi la squadra di Garcia terrà un doppio allenamento sul campo del Lakeside Stadium – c’è anche Victor Ibarbo, arrivato quest’oggi con un volo dalla Colombia –  in vista del secondo impegno australiano contro il Manchester City, sempre a Melbourne e sempre a mezzogiorno ora italiana. Un’occasione, peraltro, per riallacciare i rapporti con la dirigenza inglese nell’ottica di portare nella capitale Edin Dzeko, principale oggetto del desiderio del mercato giallorosso. Ad agosto si tornerà nel Vecchio Continente, per la precisione nella penisola iberica, per altri tre test match di prestigio contro il Valencia, lo Sporting Lisbona e, soprattutto, nel Trofeo Gamper contro il Barcellona campione d’Europa dell’ex Luis Enrique.

Ecco il calendario completo delle amichevoli estive della Roma:

11 luglio Gyirimot Gyor-Roma 2-1 (ore 17, Pinzolo)

18 luglio Real Madrid-Roma 6-7 dcr (ore 12, Melbourne)

21 luglio Manchester City-Roma (ore 12, Melbourne)

25 luglio Persija Jakarta-Roma (ore 13, Giacarta)

1 agosto Sporting Lisbona-Roma (ore 20,45, Lisbona)

5 agosto Barcellona-Roma (ore 22, Barcellona)

8 agosto Valencia-Roma (0re 21,30, Valencia)

A proposito di transfughi lungo la tratta Barcellona-Roma: presto se ne potrebbe aggiungere un altro. Parliamo di Adriano, 31enne terzino sinistro brasiliano (ma di passaporto spagnolo) che i giallorossi starebbero per prelevare dal Barça per circa 5 milioni di euro. Un bel rinforzo per Rudi Garcia, che aveva indicato proprio negli esterni di difesa una delle necessità impellenti di questa campagna rafforzamento. In caso di arrivo di Adriano, la Roma abbandonerebbe definitivamente la pista-Baba. Buone notizie anche sul fronte attaccanti: se per Dzeko c’è ancora da lavorare, per Mohamed Salah si sono fatti passi in avanti. Il Chelsea vuole sbarazzarsi dell’egiziano e Sabatini è vicino ad accordarsi con i Blues sulla base di un prestito con obbligo di riscatto.