Contento per i tre punti conquistati nel match contro il Bayer Leverkusen nella quarta giornata della fase a gironi di Champions League e del secondo posto in classifica nel Gruppo E, ma non completamente soddisfatto della prestazione dei suoi, l’allenatore della Roma Rudi Garcia ha commentato così la partita nelle interviste del dopo gara:

“Non ci annoiamo mai con il Bayer. Abbiamo giocato un grande primo tempo, ma al minuto 50 abbiamo rimpianto di non aver segnato di più. C’è stato un blackout di 5 minuti, ma abbiamo avuto la forza mentale di vincere e conquistare il secondo posto. Dobbiamo lavorare molto. Di solito rientriamo bene nella ripresa, stavolta non è successo. Devo riguardare i gol subiti, che sono arrivati in maniera troppo semplice per loro. La difesa mi è comunque piaciuta, i giocatori sono stati bravi. Quando si passa da 2-0 a 2-2 molte squadre crollano, invece abbiamo dimostrato di poter fare ottime cose quando siamo sotto pressione. Sulla partita complessiva sono contento”.

Poi il tecnico francese si sofferma sull’atteggiamento della tifoseria giallorossa che a suo dire dovrebbe partecipare maggiormente alle fasi emotive dei match, specialmente nei momenti topici: “Abbiamo avuto una grande reazione: sono contento per il carattere della squadra. Mi aspetterei però qualcosa di più dai nostri tifosi nei momenti di difficoltà. Vorrei che l’Olimpico diventasse un inferno, ma al momento siamo lontani da questo“. Aggiungendo: ”Nei momenti di difficoltà mi aspetto di più dal pubblico. Quando abbiamo giocato a Leverkusen i loro tifosi sono stati determinanti quando eravamo in vantaggio. Spero che in futuro il nostro stadio diventi un inferno, per il momento non lo è“.

In prospettiva derby, Garcia fa anche il punto sulla situazione infortuni: “De Rossi e Florenzi hanno dei fastidi muscolari. Spero che Florenzi si sia fermato prima dell’aggravarsi dell’infortunio. Invece l’infortunio di Maicon mi sembra più grave: si è fatto male su una scivolata. Aspettiamo 48 ore per conoscere la diagnosi“.