Torna autolesionista la Roma. Avanti 3-1 tra il 37′ e il 39′ incassa due reti, chiudendo in parità contro l’Austria Vienna. E, mentre il discorso qualificazione resta aperto, riaffiorano i dubbi sulla sua effettiva crescita.

LA NUMERO 100 DI TOTTI

Presenza numero 100 in Europa, Totti parte titolare. In mezzo al campo Spalletti schiera Paredes e Gerson, alla prima nell’undici iniziale all’Olimpico in un ruolo inedito, davanti alla difesa. Proprio un lancio del brasiliano con il sinistro a scavalcare la difesa avversaria – minuto 19 – manda in porta El Shaarawy per il pareggio giallorosso. Passata infatti in vantaggio al 16’ la squadra di Fink: errore grossolano in fascia sinistra di Juan Jesus che consegna il pallone a Kayode, il cui cross sul secondo palo trova a quel punto scoperta la retroguardia della Roma e puntuale invece all’inserimento Holzhauser, che con un sinistro al volo batte Alisson. Ospiti sfortunati a perdere il portiere Almer, costretto a lasciare il campo in barella (ginocchio?) al 25′.

BELLA E INCOMPIUTA

El Shaarawy – servito da Totti con un destro geniale – completa il ribaltone superata la mezzora, infilando la sfera sotto la traversa. Gli ospiti accusano il colpo e nella ripresa Florenzi firma il terzo gol. Quando il match pare concluso ecco la rimonta dell’Austria Vienna, che ora resta appaiata a quota 5 in testa al girone coi lupacchiotti, che devono mangiarsi le mani per l’occasione sprecata.

ROMA-AUSTRIA VIENNA 3-3
(primo tempo 2-1)
MARCATORI: Holzhauser (A) al 16′, El Shaarawy (R) al 19′ e al 34′ p.t.; Florenzi (R) al 24′, Prokop (A) al 37′, Kayode (A) al 39′ s.t.
ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi (dal 31′ s.t. Emerson Palmieri), Fazio, Manolas, Jesus; Nainggolan, Paredes, Gerson; Iturbe (dal 36′ s.t. Dzeko), Totti, El Shaarawy (dal 19′ s.t. Salah). A disp. Szczesny, Marchizza, Grossi, Strootman. All. Spalletti.
AUSTRIA VIENNA (4-2-3-1): Almer (dal 25′ p.t. Hadzikic); Stryger, Stronati, Filipovic, Martschinko; Serbest, Holzhauser; Pires, Grünwald (dal 33′ s.t. Prokop), Venuto (dal 31′ s.t. Tajouri Shradi); Kayode. A disp. Vukojevic, Kadiri, Salamon, Kvasina. All. Fink.
ARBITRO: Bezborodov (Russia).
NOTE: ammoniti Fazio (R) e Paredes (R) per gioco scorretto, Hadzikic (A) per c.n.r.