A margine della giunta del Coni, Giovanni Malagò ha previsto le conseguenze di un eventuale rifiuto della candiatura da parte del Comune di Roma alle Olimpiadi del 2024.

“Se Virginia Raggi dirà di no, le candidature italiane saranno bloccate per anni”, le parole del numero uno del Coni “E’ esclusoche le Olimpiadi possano traslocare a Milano o Firenze, conosco il mondo del Cio”.

“Se Roma dovesse ritirarsi dalla corsa alle Olimpiadi 2024″, spiega ancora Malagò “Sarebbe un guaio per lo sport italiano perché non potremo candidarci né per il 2028, né, probabilmente, per le edizioni successive”.

La candidatura di Roma 2024 potrebbe essere confermata anche nel caso di un No del Campidoglio? “Noi siamo rispettosi delle istituzioni, per questo ho parlato con Renzi. E’ vero, potremmo correre anche senza l’appoggio del Comune, ma è una cosa che non faremo, per noi è una pista impraticabile”.

MA quali sono i prossimi passaggi che prevede l’iter della candidatura? “Basta mandare una Pec al Cio con alcune firme, poi il dossier, se si vuole, è rivedibile fino a febbraio”.