Roma 2024 creerà 177mila nuovi posti di lavoro e genererà un aumento del prodotto Interno Lordo pari allo 0,4%. Sono solo alcuni dei dati snocciolati nel corso dell’appuntamento di questa mattina all’interno del Palazzo dei Congressi dell’Eur, dove mille invitati hanno assistito alla presentazione del dossier inviato al Cio, per la candidatura della Capitale ai Giochi che si terranno fra 8 anni.

Luca di Montezemolo, presidente del comitato organizzatore, ha spiegato che saranno necessari 2,1 miliardi di euro per la realizzazione o la ristrutturazione di alcune imponenti strutture. Fra queste il centro Media di Saxa Rubra, il velodromo con la vela di Calatrava, il parco-bacino remiero della Magliana, il fatiscente stadio Flaminio che necessita di lavori di ristrutturazione.

Altri 3,2 miliardi serviranno a coprire i costi per gli impianti temporanei. Montezemolo ha spiegato però che sponsor e contributi Cio potrebbero ripianare le spese.

Il presidente del Coni Malagò ha illustrato il dossier indicando le sedi delle gare: una grossa incognita rappresenta il futuro stadio della As Roma, che potrebbe ospitare la finale di calcio femminile.

La vela si svolgerà a Cagliari, mountain bike a Villa Ada, equitazione a Piazza di Siena, tiro a volo e a segno all’ippodromo di Tor di Quinto.

La Pallavolo avrà uno scenario suggestivo con le eliminatorie che si svolgeranno all’interno del Palazzetto di viale Tiziano. Le principali aree individuate sono quelle di Centro Storico, Foro Italico, Tor Vergata, Eur-Fiera di Roma.

Alla cerimonia presente anche Diana Bianchedi: “Le chiavette con il nostro dossier sono arrivate sul tavolo del COmitato olimpico Internazionale”.