La campionessa uscente al Roland Garros, Maria Sharapova, saluta la terra rossa di Parigi già agli ottavi di finale: ‘Masha’, infatti, viene sconfitta 7-6, 6-4 dalla ceca Lucie Safarova, n.13 al mondo, probabilmente all’impresa della carriera, finora. Troppo fallosa Sharapova, mentre Safarova finalmente non ha buttato via l’ennesima occasione, giocando benissimo dall’inizio alla fine, senza tremare al momento di chiudere con il break sul 5-4 del secondo parziale, al terzo match point.

PENNETTA SENZA RIMPIANTI

Ancora una volta ottavi fatali a Flavia Pennetta al Roland Garros di Parigi. Nel match rinviato a causa della pioggia la 33enne brindisina, numero 28 del seeding, ha ceduto per 6-3, 6-4, in un’ora e 27 minuti alla spagnola Garbine Muguruza, 21esima testa di serie. Nella sfida che ha aperto il programma sul “Suzanne Lenglen” Flavia è stata a lungo avanti, ma attenzione: i rimpianti in realtà sono pochi, perché Muguruza si è dimostrata più forte e la sensazione si è avuta anche quando la brindisina conduceva con buon vantaggio. Nnel primo set è partita meglio della rivale e ha fallito la palla del 3-0, subendo poi la rimonta della Muguruza, giocatrice dai colpi molto potenti. Anche nel secondo set l’azzurra è partita bene e ha avuto addirittura la palla del 4-0. Da quel momento non è più riuscita ad arginare la potenza della spagnola, alta 183 cm e sicura anche nel cercare il punto a rete. Avanti per 4-1, Flavia ha subito un parziale di cinque giochi di fila che ha messo la parola fine all’incontro. Alla fine sono stati 30 i vincenti della Muguruza contro i 13 della Pennetta. Una sconfitta, comunque, contro una giocatrice di grande livello: appena la giovane spagnola di origini venezuelane acquisterà maggior continuità, è destinata ad entrare stabilmente tra le top ten mondiali. Proprio a Parigi esplose lo scorso anno battendo a sorpresa Serena Williams e raggiungendo i quarti.