Guai allo stomaco per Fabio Fognini, che purtroppo saluta il Roland Garros 2015 già al secondo turno. Il 28enne ligure, testa di serie numero 28, ha ceduto in tre set al francese Benoit Paire, numero 71 mondiale e giocatore dal grande talento, ma discontinuo: 6-1, 6-3, 7-5 in un’ora e 40 mimuti. Praticamente non c’è stata partita. Nel terzo set l’azzurro ha provato a far girare il match: è stato avanti di un break, ha servito sul 5-4 ma ha subito la rimonta del rivale che ha chiuso 7-5.

LORENZI OUT

E’ finita al primo turno l’avventura di Paolo Lorenzi. Martedì sera la sua sfida con il mancino lussemburghese Gilles Muller era stata sospesa per l’oscurità sul punteggio di due set pari dopo che il senese aveva vinto i primi due. Nel terzo set il senese era avanti di un break, mentre nel quarto ha recuperato lo svantaggio di 5-3 e nel tie break è salito sul 5-3 prima di farsi rimontare. Nella prosecuzione Muller ha subito centrato il break, Lorenzi lo ha recuperato ma ha nuovamente ceduto il turno di battuta sotto 5-4: 4-6, 4-6, 7-6 (1), 7-6 (5), 6-4 il punteggio dopo quattro ore e due minuti complessivi di gioco. Sfortunato il senese, che martedì durante il tie break del terzo set si è infortunato al flessore della gamba destra.

SORPRESA

A firmare la sorpresa della giornata nel torneo femminile è Mirjana Lucic-Baroni. La 33enne croata, numero 70 Wta, ha rispedito a casa la rumena Simona Halep, terza favorita del seeding, numero tre del mondo nonché finalista dodici mesi fa. La Lucic-Baroni si è imposta per 7-5, 6-1. E’ la seconda volta in altrettanti confronti che la croata gioca un brutto tiro a Simona: era già accaduto lo scorso anno al terzo turno degli Us Open, peraltro con un punteggio analogo (76 62).  Tutto facile per Maria Sharapova: 6-3, 6-1 alla connazionale Vitalia Diatachenko, 24enne numero 91 del ranking, in apertura di programma sul Philippe Chatrier. Una pratica risolta in un’ora e 21 minuti dalla russa, favorita numero due, che ha recuperato dall’attacco influenzale che aveva destato qualche preoccupazione all’esordio contro l’estone Kanepi.