Vacanza, scuola, “pausa” lavoro… la continua evoluzione della tecnologia ha infranto ogni confine e la formidabile combinazione smartphone-tablet permette di seguire pure il Roland Garros.

INTESA SALDA - Eurosport conferma lo speciale rapporto instaurato con la disciplina. Dopo i turni di qualificazione e il sorteggio degli accoppiamenti dei due tabelloni principale, la rete – visibile sia su Sky che Mediaset Premium – intensificherà gli sforzi nelle due prossime settimane. Da domenica 22 a lunedì 30 maggio, i collegamenti inizieranno attorno alle 10.45 e termineranno verso le 21, quando il programma “Game, Set and Mats”, condotto da Mats Wilander e Barbara Schett, commenterà le partite della giornata. Addetto a intervistare i diretti protagonisti Alex Corretja.

SALE L’ADRENALINA – Con martedì 31 maggio arriveranno i quarti di finale e sino agli atti conclusivi la rete garantirà la copertura integrale. Oltre al doppio appuntamento con “Game, Set and Mats”, che andrà in onda prima e dopo la trasmissione degli incontri, ritornerà la rubrica giornaliera “The Coach”, dove Patrick Mouratoglou, coach di Serena Williams, fornirà consigli tecnico-tattici prima dei match di cartello. La seconda settimana di torneo conterà inoltre sulle preziose analisi di Adriano Panatta, vincitore nell’edizione 1976 della manifestazione. La squadra dei commentatori sarà composta da Jacopo Lo Monaco, Federico Ferrero, Guido Monaco, Dario Puppo e Niccolò Trigari. Affidato il commento tecnico a Barbara Rossi, Gianni Ocleppo, Lorenzo Cazzaniga, Stefano Semeraro e Fabio Colangelo.

CRESCE L’APPEAL - Lo show sarà trasmesso pure su Eurosport Player accessibile da PC, dispositivi mobile iOS e Android, connected TV. Oltre al simulcast dei canali Eurosport 1 ed Eurosport 2, il servizio streaming permetterà di seguire fino a 15 campi in diretta grazie ai canali aggiuntivi. 4,99 euro al mese il prezzo d’acquisto. Spesa decisamente contenuta ideale a diffondere la meraviglia di questo sport, che dopo la finale Pennetta-Vinci degli scorsi U.S. Open sembra ripercorrere in Italia il boom di decenni lontani.