Simona Halep ha grande carattere, può diventare la campionessa del futuro, ma per il momento, anche se di poco, la più forte è ancora Maria Sharapova. La russa, alla terza finale consecutiva a Parigi, si prende il suo secondo Roland Garros, dopo quello del 2012, battendo la rumena 6-4, 6-7, 6-4 nell’ultimo atto più lungo della storia dopo Graf-Sanchez del ’96 e uno dei più belli di sempre. Match equilibrato, ricco di colpi di scena e soprattutto di grande tennis. Quinto titolo dello Slam per la russa: 2 Roland Garros, 1 US Open, 1 Australian Open, 1 Wimbledon.

DOMENICA LA FINALE MASCHILE

TUTTI I RISULTATI ODIERNI

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

L’IMPRESA DI SARA ERRANI

Maria, dopo un inizio difficile, non si è scomposta minimamente, come sempre, ha servito abbastanza bene e trovato la profondità dei colpi soprattutto in lungolinea e fatto male con il diritto. Halep è andata 2-0 in avvio, poi ha subìto cinque giochi consecutivi, ha recuperato fino al 5-4 per arrendersi 6-4. Nel secondo set c’è stato un festival di break fino al tie-break: sul 4-4, le giocatrici hanno sempre perso il servizio, con Maria che in precedenza aveva sprecato più occasioni per andare a servire per l’incontro. Nel tie-break, ancora emozioni: Maria vola 5-3, quindi a due punti dal match, la Halep sembra alle corde, ma non molla e aiutata anche da due errori della Sharapova, si procura un set-point, e lo sfrutta grazie a un’aggressiva risposta, cui segue l’errore di rovescio della russa. Nel set c’è stato spazio anche per uno scambio lunghissimo e spettacolare, vinto sempre dalla rumena.

Si va al terzo set in una Finale femminile per la prima volta dopo 13 anni. Sharapova prima salva due palle break sull’1-2 in un game infinito, da 14 punti, poi vola 4-2, ma Halep ha lo stesso carattere della russa e non molla mai: 4-4. Nel game successivo, Maria mette in mostra il suo miglior tennis e strappa a zero il servizio all’avversaria. E poi chiude 6-4, con merito, contro un’avversaria solo alla fine scorsata. Applausi per Simona, sempre in partita, autrice di un grande match e con un futuro roseo davanti.

——————————————-

RISULTATI (italiane):
“Roland Garros”
Grand Slam
Parigi, Francia
25 maggio – 8 giugno, 2014
€25.018.900 – terra rossa

SINGOLARE FEMMINILE
Primo turno
Pauline Parmentier (FRA) b. (17) Roberta Vinci (ITA) 36 63 62
Mona Barthel (GER) b. Karin Knapp (ITA) 64 60
Ajla Tomljanovic (CRO) b. Francesca Schiavone (ITA) 63 63
(12) Flavia Pennetta (ITA) b. Patricia Mayr-Achleitner (AUT) 62 62
Camila Giorgi (ITA) b. Bojana Jovanovski (SRB) 64 63
(10) Sara Errani (ITA) c. Madison Keys (USA) – martedì 4° match sul Suzanne Lenglen dalle ore 11

Secondo turno
Joanna Larsson (SWE) b. (12) Flavia Pennetta (ITA) 57 64 62
(27) Svetlana Kuznetsova (RUS) b. Camila Giorgi (ITA) 76 (5) 63
(10) Sara Errani (ITA) b. Dinah Pfizenmaier (GER) 62 64

Terzo turno
(10) Sara Errani (ITA) b. Julia Glushko (ISR) 6-0, 6-1.

Ottavi di finale:

(1o) Sara Errani (ITA) b. (8) Jelena Jankovic (SRB) 7-6 (5), 6-2.

Quarti di finale:

(28) Andrea Petkovic (GER)b. (10)Sara Errani 6-2, 6-2

——————————————————————–

RISULTATI (italiani):
Roland Garros
Grand Slam
Parigi, Francia
25 maggio – 8 giugno, 2014
€25.018.900 – terra rossa

SINGOLARE MASCHILE (italiani):
Primo turno
(32) Andreas Seppi (ITA) b. Santiago Giraldo (COL) 63 75 63
(q) Simone Bolelli (ITA) b. (q) Andrea Arnaboldi (ITA) 64 64 62
(14) Fabio Fognini (ITA) b. (q) Andreas Beck (GER) 64 64
(27) Roberto Bautista Agut (ESP) b. (q) Paolo Lorenzi (ITA) 63 75 62
(31) Dmitry Tursunov (RUS) b. (q) Potito Starace (ITA) 61 75 62
Sam Querrey (USA) b. Filippo Volandri (ITA) 76 (3) 64 63

Secondo turno
(32) Andreas Seppi (ITA) b. Juan Monaco (ARG) 62 64 64
(5) David Ferrer (ESP) b. (q) Simone Bolelli (ITA) 62 63 62
(14) Fabio Fognini (ITA) b. Thomaz Bellucci (BRA) 63 64 76 (2)

Terzo turno
(5) David Ferrer (ESP) b. (32) Andreas Seppi (ITA) 62 76 (2) 63
(23) Gael Monfils (FRA) b. (14) Fabio Fognini (ITA) 57 62 64 06 62