Eccola la Federica super competitiva che stavamo aspettando. Non avevamo dubbi, perché l’avvicinamento a Rio 2016 sta procedendo al meglio da due stagioni, sotto la sapiente guida di coach Giunta, senza le turbolenze pre-Londra 2012. Dopo il record italiano nei 100sl, un significativo 53”18, ecco il suo miglior tempo in tessuto sui 200sl, al Sette Colli di Roma, 1’54”55, il secondo miglior tempo al mondo nel 2016 sulla distanza. Solo Ledecky, da questa notte impegnata nei Trials di Omaha, Nebraska, Stati Uniti, ha fatto meglio di lei quest’anno. Katie è attesa a un ‘botto’ clamoroso alle selezioni del suo paese, potrebbe persino far tremare il record iridato di Federica (1’52”98) che resiste dal 2009. Ma intanto anche lei prende atto del grande stato di forma della campionessa veneta…

VERSO RIO 2016

E’ il quarto miglior tempo della carriera di Federica, migliore anche del crono (stabilito con i costumi gommati) con cui vinse l’oro a Pechino 2008. La portabandiera italiana ai Giochi di Rio ha strabiliato se stessa e il pubblico dello Stadio del Nuoto con una prova magistrale. A differenza della gara sulle due vasche, si è trovata a gareggiare da sola già dopo il passaggio (56”46), ma, sorretta da una condizione fisica eccezionale che le consente di esprimere una nuotata davvero impeccabile, ha tirato dritto fino alla fine (ultimo 50 in 28”80) chiudendo in 1’54”55 che la proietta al 2° posto delle graduatorie mondiali stagionali. Il crono siglato al Settecolli è inferiore di 8 decimi rispetto al riscontro ottenuto agli Assoluti primaverili di Riccione.

PAROLA DI FEDE

«Sono emozionatissima – dice una felicissima Pellegrini appena uscita dall’acqua – il tempo di ieri nei 100 stile libero e quello di oggi nei 200 sono una vera sorpresa perché ho iniziato la fase di scarico solo giovedì. Lo Stadio del nuoto mi regala sempre grandi gioie e indimenticabili ricordi e ora custodisco gelosamente la bandiera che porterò con orgoglio ai Giochi olimpici».