Seconda parte di giornata, la sesta di gare ai Giochi Olimpici di Rio 2016, positiva per l’Italia. Dopo otto regate della categoria di vela RS:X (le “tavole”), l’azzurra Flavia Tartaglini si conferma in testa alla prova olimpica di Rio 2016, anche se ha visto il suo vantaggio sulle avversarie dirette diminuire a un solo punto. L’italiana aveva già chiuso le prime due giornate al comando della classifica. In totale sono 12 le regate da affrontare prima della Medal Race di domenica 14 agosto. Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri occupano invece la sesta posizione dopo tre regate race del Nacra 17. Mattia Camboni è 15/o dopo sette regate dell’RS:X, stessa posizione dopo cinque regate per Giorgio Poggi nel Finn. Il 470 femminile (Elena Berta e Alice Sinno) è 19/o dopo tre regate.

CICLISMO

E’ della Gran Bretagna il primo dei dieci ori in palio nel ciclismo su pista. Philip Hindes, Jason Kenny e Callum Skinner hanno vinto la velocità a squadre, che già a Londra era andata al terzetto britannico, con la leggenda Chris Hoy al posto della new entry Skynner. Ottime anche le prove dell’Italia nell’inseguimento a squadre. Simone Consonni, Filippo Ganna, Liam Bertazzo e Francesco Lamon – arrivati all’ultimo momento a Rio al posto della Russia estromessa per la vicenda doping legata al dossier McLaren, e per questo senza una preparazione adeguata essendo tutti in riposo attivo – hanno chiuso in 3’59″708, sesto tempo italiano di sempre, a poco più di 3″ dal recente record italiano (3’56″393). Venerdì se la vedranno in semifinale con la Cina. La finale per il 3° posto (a scanso di equivoci: la finale per l’oro ci è aritmeticamente negata per non essere entrati nei primi 4 della qualificazione) è difficilissima, ma non impossibile. Semifinale con la Cina anche per Francesca Pattaro, Silvia Valsecchi, Tatiana Guderzo e Simona Frapporti, che con 4’25″543 hanno migliorato il loro primato italiano stabilito agli ultimi Mondiali a Londra (4’26″162) chiudendo in settima posizione. Un piazzamento che sabato si può sperare di migliorare, anche se verosimilmente non andando oltre il 6° posto, lo stesso dei Mondiali.

TENNIS

Dopo una giornata di gioie sfuggite sul più bello, Roberta Vinci e Fabio Fognini restano aggrappati al doppio misto: i due azzurri superano 6-4, 3-6, 10-8 la coppia francese – per altro numero 2 del seeding – Herbert/Mladenovic. Ai quarti troveranno gli americani Ram/Venus Williams.