Per la prima volta in assoluto, tra gli atleti dei Giochi Olimpici, ci sarà una coppia di atlete omosessuali sposate. Lo sport si dimostra ancora una volta un formidabile veicolo d’integrazione, facendo cadere anche l’ultimo tabù: Helen e Kate Richardson-Walsh, della squadra britannica di hockey su prato, sono infatti due atlete sposate da tre anni. Complessivamente sono una coppia da otto e sono addirittura vent’anni che gareggiano insieme. A Rio 2016, per la prima volta verrà dunque infranto uno degli ultimi tabù legati al mondo dello sport.

Conosciamole meglio: Helen gioca a centrocampo, ha 31 anni è l’atleta che ha più convocazioni in nazionale (361), è membra dal 2015 dell’Order of British Empire, due anni fa è stata operata alla schiena. Kate, 36 anni, ha partecipato ai mondiali del 2012 che si sono svolti in Giappone, ha rimediato una bastonata che le ha rotto la mandibola. Ma questo non l’ha fermata e due giorni dopo era di nuovo in campo, pronta per un’altra battaglia. Le due ragazze sono amiche sin da quand’erano delle ragazzine, nel 2001 decidono di andare a convivere con un’altra atleta, ma è nell’Olimpiade del 2008 a Pechino che la loro è ben più di un’amicizia. Entrambe le ragazze sono reduci da relazioni andate male, Kate si è separata dal marito, mentre Helen da una donna: «All’inizio, nella squadra qualcuno era un po’ frastornato, diciamo così, perché la cosa sembrava abbastanza strana. Ora nessuno più ci fa caso e tutto procede nella più assoluta normalità. Qualcosa è cambiato. Nella squadra ci sono sempre state donne di ogni tipo e noi siamo state sempre molto chiare in merito al nostro orientamento sessuale», affermano le due atlete.

Quando tre anni fa si sono sposate, hanno deciso d’invitare tutta la squadra: «Erano 19 persone, è stato un bel cambiamento, c’era una intera gamma di modi di pensare e di vivere la sessualità. Dobbiamo molto a tutto il team, soprattutto riconoscenza, perché ci hanno accettate, senza farci sentire animali strani». Quello che faranno dopo le Olimpiadi di Rio è ancora tutto da decidere: Kate vorrebbe fermarsi, visti i suoi 36 anni, ma le piacerebbe intraprendere la carriera di allenatrice; Helen invece sta studiando psicologia all’università e vorrebbe restare nello sport. Una normale coppia sposata, che pianifica il proprio futuro e che ha dedicato la propria vita allo sport. Perché il mondo cambia e si evolve, anche con le storie più semplici.