Perde la vita ad appena 35 anni Stefan Henze, l’allenatore della nazionale tedesca di canoa slalom, rimasto gravemente ferito in un incidente automobilistico venerdì all’alba a Rio de Janeiro, dove si trovava per i Giochi.

UNO SCHIANTO FATALE

Il decesso è stato annunciato lunedì sera. Su richiesta della stessa Lega degli sport olimpici tedeschi, il Cio ha deciso di mettere oggi a mezz’asta tutte le bandiere della Germania. Henze era stato ricoverato in gravissime condizioni dopo che il taxi sul quale si trovava a bordo, a causa dell’eccessiva velocità, era uscito di strada. Argento olimpico nella canoa slalom ad Atene 2004, l’atleta era in compagnia di un fisiatra della squadra, Christian Kading, con il quale intorno alle 4.30 di mattina aveva preso il taxi per tornare al villaggio olimpico. La vettura, a causa dell’eccessiva velocità, era uscita di strada all’altezza del numero civico 500 dell’Avenida das Americas, a Barra, andandosi a schiantare contro una barriera.

IL CORDOGLIO DI DOSB E CIO

“Noi siamo immensamente tristi in questo giorno”, ha dichiarato il presidente di Dosb, Alfons Hoermann, “le parole non riescono a descrivere quello che sentiamo nella squadra olimpica dopo questa terribile perdita”. Una dolorosa scomparsa, impossibile da accettare anche per le modalità con è maturata. “Il Comitato olimpico internazionale piange un vero sportivo olimpico. Le nostre condoglianze vanno alla famiglia di Stefan Henze, ai suoi amici come a tutta la delegazione olimpica tedesca”, ha dichiarato il presidente del Cio, il tedesco Thomas Bach. Dopo l’incidente mentre era a bordo di un taxi e le gravi lesioni riportate alla testa a causa del violento urto contro una barriera di cemento nei pressi del Parco Olimpico, Stefan Henze è deceduto all’ospedale Miguel Cuoto di Rio, a soli 35 anni. Al cordoglio si uniscono il comitato olimpico e tutti i tifosi.