Tante polemiche, forse persino troppe: nessun ha ricordato che comunque gli impianti, a Rio, sono stati terminati tutti una settimana prima del via, cosa che per esempio non si era verificata ad Atene 2004. Inquinamento, zika, criminalità, si parla solo di questo o quasi, alla vigilia della Cerimonia Olimpica dell’edizione n° XXI dei Giochi.

PULIZIA

Ma qualche buona notizia c’è. L’acqua della Lagoa Rodrigo de Freitas, suggestivo scenario in cui si svolgeranno le gare olimpiche del canottaggio, ha superato gli ultimi test di “sostenibilità ambientale” ed è diventata quasi balneabile. Non presenterà quindi alcun rischio per i canottieri impegnati nelle competizioni. La buona notizia agli organizzatori dei Giochi è stata comunicata dab, direttrice dell’equipe che monitora l’ambiente delle aree destinate all’Olimpiade. “Si può stare tranquilli – ha spiegato -: non ci sarà rischio di contaminazione da batteri. Negli ultimi giorni l’acqua è diventata balneabile, ma non è questo il nostro obiettivo. Più che a eventuali bagnanti, qui bisogna pensare al canottaggio”. Campioni di acqua sono stati prelevati due volte al giorno e i risultati, analizzati anche secondo un protocollo dell’OMS, hanno sempre dato esito positivo.