Lo sapevamo da mesi, ora è ufficiale. Sarà un compleanno speciale il 28esimo della vita per Federica Pellegrini, visto che il prossimo 5 agosto 2016 sarà la portabandiera azzurra durante la Cerimonia d’apertura ai Giochi di Rio 2016. Prima nuotatrice a riuscire nell’impresa. Mancano giusto cento giorni, oggi, a Rio.

CONI

L’ha deciso la giunta esecutiva al Foro Italico. Federica, appena sedicenne, fu d’argento ad Atene 2004 sui 200 metri sl (la più giovane medagliata della storia a Cinque Cerchi del nostro Paese), prima dell’oro di Pechino e della delusione di Londra. Pellegrini e Martina Caironi, portabandiera italiana alle Paralimpiadi, riceveranno il tricolore dalle mani del Presidente della Repubblica Mattarella il 22 giugno. La campionessa veneta, presente a Roma, ha detto poche parole ai componenti del governo dello sport olimpico. Federica: “…La mia carriera è stata piena di alti e bassi”. “Spiegami quali sono stati i bassi!”, le ha detto Malagò, aggiungendo: “È stata una scelta a furor di popolo”. La Pellegrini ha poi parlato anche un po’ del futuro: “Tokyo 2020? Non deciderò subito, sarà una scelta molto difficile. Sono molto emozionata: lo sport è sempre stata la mia vita, la mia grande passione. E quello che vorrei portare a Rio guidando questa squadra azzurra è la voglia di combattere, di non arrendersi mai qualsiasi cosa succeda. Le polemiche del 2012 mi hanno fatto molto male. Perché io sono molto patriottica. Per me declinare la possibilità di portare la bandiera fu una cosa abbastanza logica, magari per gli addetti ai lavori non lo era, ma il giorno dopo la cerimonia avevo i 400 metri stile libero, una delle mie gare più importanti. Stavolta non faccio i 400, avrò la staffetta che è meno dispendiosa. Per la prima volta su 4 Olimpiadi parteciperò alla cerimonia di apertura. Sembra assurdo dirlo, ma le gare di nuoto cominciano subito”. La Pellegrini e l’undicesima donna portabandiera, la quinta nelle olimpiadi estive dopo la ginnasta Miranda Cicognani a Helsinki 1952, la saltatrice in alto Sara Simeoni a Los Angeles 1984, le fiorettiste Giovanna Trillini e Valentina Vezzali ad Atlanta 1996 e a Londra 2012.