Già non si sopportavano, o meglio una (Ruta) non poteva più vedere come rivale l’altra (Yulia) dopo la squalifica per doping. Ora il caso meldonium pre-Rio 2016 ha sicuramente acuito la distanza tra le due grandi avversarie della rana europea nel mondo, ovvero Ruta Meylutye, la lituana d’oro a Londra 2012 sui 100m a 15 anni, e la russa Yulia Efimova.

RIAMMESSA

Efimova sarà a Rio. L’atleta, costretta a saltare i Trials nazionali e gli Europei di Londra nonostante il suo allenatore avesse sempre sostenuto che le dosi di meldonium trovate nel suo corpo fossero inferiori alla cifra di tolleranza annunciata dalla Wada, ha raggiunto il proprio obiettivo come ricordato tre giorni fa: la Fina ha rimosso le accuse di positività nei suoi confronti. Tante le reazioni significative, tra queste ecco proprio quella della sua rivale per eccellenza, Ruta Meilutyte, che in un tweet ha dichiarato senza mezzi termini: “La Fina ha perso la fiducia di migliaia di nuotatori e tifosi”. Efimova, classe ’92, già protagonista ai Mondiali di Roma 2009, giovanissima, vanta 4 titoli mondiali nella rana, 3 europei e il bronzo olimpico di Londra. E’ specialista in tutte le distanze, dai 50 (non olimpici) ai 200. Ha già scontato una squalifica per doping proprio prima dei Mondiali casalinghi di Kazan 2015.

Il twitt di Ruta: