Arriva alla vigilia delle Olimpiadi come meglio non potrebbe. Vince la finale più attesa e segna la doppietta. La domenica pomeriggio del Grand Prix Fina UnipolSai di Bolzano si apre con il successo di Tania Cagnotto nel suo trampolino da tre metri con 355.60 punti, 11.30 centesimi di punto dal primato personale che ha stabilito quest’anno agli Assoluti di Roma e che oggi non ha migliorato solo per via di un errore.

AL TOP

La bolzanina – 31enne di Fiamme Gialle e Bolzano Nuoto, allenata dal papà e CT della Nazionale Giorgio e dal tecnico Oscar Bertone – campionessa europea da 1 e 3 metri a Londra 2016 e campionessa mondiale da 1 e bronzo da 3 a Kazan 2015, torna a vincere il trampolino individuale al meeting alto atesino, dopo il quinto posto dell’anno scorso (quando sbagliò il quinto tuffo). L’ultimo successo risaliva al 3 agosto 2014 con 350.10 punti. Gara quasi perfetta per 4/5 con l’errore al terzo salto che lei non si perdona. “Era qualche anno che non facevo così male il triplo e mezzo avanti – dice Tania – e mi dispiace perchè oggi potevo avvicinarmi a 370 punti, con i quali a Rio si può vincere la medaglia. Nel presalto mi sono trattenuta per paura di finire troppo avanti e ho perso un po’ la concentrazione. Per tutto il resto sono contenta, anche per come ho saltato nei preliminari e nella semifinale“. Per il resto della gara è stato un susseguirsi di otto, otto e mezzo e nove; poi gran chiusura con i 9 e 9 1/2 guadagnati nel doppio e mezzo rovesciato carpiato. Sbaglia anche la cinese Han Wang che scivola dal trampolino al momento dello stacco nel terzo tuffo (doppio e mezzo rovesciato) e alla fine il tuffo è nullo; ricade male, da una schienata e avverte un contraccolpo al torace, dopo pochi minuti torna sul trampolino ma è tardi per pensare alla medaglia. Seconda è l’altra cinese Zhihuan Xu con 332.05, che dopo la terza serie e l’errore di Tania era a 10 centesimi di punto dall’azzurra e terza si piazza l’ucraina Anastasia Nedobiga con 317.30. Per Tania seconda medaglia d’oro in due gare, dopo quella conquistata in coppia con Francesca Dallapè nei tre metri sincro venerdì sera.

LA GARA

Totale 355.60 punti
205B doppio e mezzo indietro carpiato 78.00
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento carpiato 75.00
107B triplo e mezzo avanti carpiato 49.60
405B doppio e mezzo ritornato carpiato 72.00
305B doppio e mezzo rovesciato carpiato 81.00.