L’etiope Almaz Ayana ha polverizzato il record del mondo dei 10.000 metri ai Giochi Olimpici di Rio 2016, facendo segnare il tempo di 29’17”45 vincendo, di conseguenza, la prima medaglia d’oro di atletica dei Giochi.

La gara è stata veloce sin dall’inizio con il ritmo imposto dalla keniota Alice Aprot Nawowuna, con i 3000 metri e i 5000 metri chiusi rispettivamente in 08’52” e 14’46”. Ayana ha presto assunto il comando e aumentato il ritmo, aprendo un varco sulla campionessa del mondo Vivian Cheruiyot. È stato subito chiaro che stava operando a ritmo da record del mondo, mentre i suoi inseguitori sono stati anche in corsa per tempi da migliori prestazioni della loro vita.

Alla fine ha tagliato il traguardo in 29’17”45, con più di 14 secondi di vantaggio sul precedente record del mondo stabilito dalla Wang Junxia nel 1993. La Cheruiyot è arrivata seconda con 29’32”53, mentre la campionessa olimpica 2008 e 2012 Tirunesh Dibaba ha chiuso con il miglior tempo mai realizzato, ma il suo 29’42”46 gli è valso solo la medaglia di bronzo.