Il sito ufficiale della Juventus (leggi qui la storia del 2013 della Juve con i video) ricorda Edoardo Agnelli nato a Verona esattamente 122 anni fa, il 2 gennaio 1892 e scomparso a Genova il 14 luglio 1935. È stato colui che ha legato la famiglia Agnelli alla Juventus. Il primo presidente bianconero a portare questo nome. Tale sodalizio, con qualche interruzione, prosegue tuttora con Andrea Agnelli al timone della società.

Edoardo Agnelli è figlio di Giovanni Agnelli è di Clara Boselli e papà di sette figli, tra i quali Giovanni e Umberto Agnelli. Il padre di Edoardo è il fondatore della FIAT. Dopo essersi laureato in giurisprudenza e aver partecipato alla prima guerra mondiale, Edoardo inizia a viaggiare senza soluzione di continuità per cercare di rendere sempre più ricco il suo bagaglio culturale. Comincia, poi, ad assumere cariche molto importanti e prestigiose. Diviene vicepresidente della FIAT, vicepresidente delle Officine di Villar Perosa, vicepresidente del Consiglio provinciale dell’Economia, presidente del consiglio di amministrazione del giornale quotidiano La Stampa e del Giornale del Pinerolese. Dà origine alla prestigiosa  stazione invernale di Sestriere, in provincia di Torino, situata nel comprensorio sciistico della Via Lattea, divenuta ben presto località mondana e teatro di manifestazioni sportive internazionali. Si appassiona al calcio e decide di acquistare un club di serie A. E’ il 24 luglio 1932 quando la Juventus diviene di sua proprietà e lega il suo nome a quello della famiglia Agnelli. Da presidente della Vecchia Signora, Edoardo conquista sei scudetti, di cui cinque consecutivi realizzando un’impresa che nessuno dei suoi successori è ancora riuscito a bissare.