Nemiche per la pelle. La storia degli Europei Under 21 ha spesso messo l’una di fronte all’altra Italia e Repubblica Ceca. Andiamo a ripercorrere i precedenti.

Repubblica Ceca-Italia: attesa lunga un decennio

Nel computo totale delle sfide, comandano gli Azzurrini, usciti trionfanti dall’ultimo confronto, datato 17 giugno 2007. Allo Stadio “Gelredome” di Arnhem, in Olanda, la selezione di Casiraghi vinse 3-1, alla terza giornata, grazie ai gol di Alberto Aquilani (4′), Giorgio Chiellini (29′) e Giuseppe Rossi (45′+1); Michal Papadopulos (14’) firmò il momentaneo 1-1 per i cechi. Entrambe le squadre salutarono anzitempo: l’Italia si classificò terza nel Gruppo B, la Repubblica Ceca quarta. Superarono il turno la Serbia e l’Inghilterra.

Repubblica Ceca-Italia: la notte di Andrea Pirlo

A Bratislava le Nazionali si contesero, nel 2000, l’alloro continentale. Stregò pubblico e critica Andrea Pirlo: fu la sua punizione capolavoro a rivelarsi decisiva, dopo l’iniziale vantaggio siglato su rigore. Tomáš Došek (51′) andò a segnò per la Repubblica Ceca, che si vendicò, in semifinale, due anni dopo. David Rozehnal al 1′ e Michal Pospíšil, a 7′ dalla fine, diedero ai cechi il doppio vantaggio, Pirlo (rig. 86′) e Massimo Maccarone (nel recupero) rimandarono il verdetto ai supplementari. Ma il golden gol di Pospíšil al 99′ cancellò ogni speranza.

Repubblica Ceca-Italia: tra passato e futuro

L’Italia riuscì ad avere la meglio sull’allora Cecoslovacchia ai quarti di finale del 1992 e del 1994 (che si giocavano su due gare), conquistando il titolo in entrambe le occasioni. Nelle qualificazioni per l’edizione 1984, le due squadre  la rispettiva partita in casa per 2-1, ma l’Italia arrivò prima nel girone, arrendendosi all’Inghilterra in semifinale. Al prossimo incontro, in programma mercoledì 21 alle ore 18, calamiterà le attenzioni Patrick Schick. Sì, proprio il bomber blucerchiato, destinato a firmare, nei prossimi giorni, il contratto che lo legherà alla Juventus. E, a proposito di bianconero, i tifosi dell’Udinese saranno curiosi di vedere all’opera il nuovo rinforzo Antonín Barák, proveniente dallo Slavia Praha.