Che magnifico campionato. In questa serie A, la Juventus sta esaltando tutti con numeri fantastici. In 34 giornate ha già raccolto 90 punti frutto di 29 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. Cifre da capogiro.

E’ lanciatissima verso il terzo scudetto consecutivo. Nella storia della Vecchia Signora una tale impresa è riuscita solo alla Juve del quinquennio d’oro (1930-1934) targata Carcano. Ha centrato il record delle 12 vittorie di seguito superando proprio la squadra di Carcano. Mai i bianconeri erano riusciti in una tale striscia di successi ininterrotti. La Vecchia Signora ha superato il suo precedente record del 1949/1950 di partite vinte in un campionato portandosi a 29. Ha demolito il primato di vittorie consecutive casalinghe del Torino 1975/1976. I granata si fermarono a  14, i ragazzi di Conte sono già a 17 e potrebbero anche fare l’en plein in questa serie A. Non solo in casa, la Juve va fortissimo anche in trasferta e, se vincesse a Reggio Emilia contro il Sassuolo e a Roma contro Totti e compagni raggiungerebbe quota 44 punti conquistati lontano da Torino eguagliando le 14 vittorie esterne ottenute  dai bianconeri nel 1949/1950. Ha ancora la possibilità di raggiungere il traguardo dei 100 punti  superando, così, il primato dell’Inter di Mancini che nella stagione 2006/2007 si fermò a quota 97. Per andare in tripla cifra i bianconeri avranno a disposizione un solo pareggio. Tale jolly potrebbe essere giocato proprio all’Olimpico contro la squadra di Garcia.  Questo è un record che certamente alletta parecchio i tifosi della Vecchia Signora. Con un’altra vittoria la Juve di Conte supererebbe il record di punti di quella condotta da Capello che nel 2005/2006 si fermò a quota 91. Mai i bianconeri avevano raggiunto certe quote in serie A.

Grandi meriti devono essere comunque riconosciuti anche alla Roma che ha tenuto vivo un campionato che altrimenti sarebbe già stato deciso definitivamente da parecchio tempo. Nelle passate stagioni  i punti conquistati fino ad ora dai ragazzi di Garcia avrebbero permesso loro di essere in testa alla serie A. Solo una Juve devastante ha negato tale possibilità. I giallorossi hanno viaggiato a ritmi impressionanti, da grandissima squadra. Pensare che in 34 giornate, 82 lunghezze non sono sufficienti per guidare la classifica è davvero sconcertante.

Questa serie A è quindi caratterizzata da una bella lotta tra due storiche rivali che hanno praticamente monopolizzato il torneo. Era da molto tempo che queste compagini non duellavano per lo scudetto. L’ultima volta fu nel 2000/2001. In quell’occasione la Roma di Capello la spuntò sulla Juve di Ancelotti. I bianconeri hanno ora la possibilità di vendicarsi.