Tra due partite Gigi Buffon potrebbe estirpare il record di imbattibilità in Serie A a Sebastiano Rossi; il portiere del Milan, infatti, è attualmente l’estremo difensore che è riuscito a mantenere, nella storia del massimo campionato italiano, la propria porta inviolata il più a lungo: ben 929 minuti, stagione 1993-1994.

Gigi Buffon si trova attualmente a quota 836′ e, davanti a se, oltre al già citato Rossi ha anche Zoff a quota 903′ (Juventus, stagione ’72-’73). A conti fatti, dunque, Buffon dovrebbe racimolare ancora 93 minuti per pareggiare Sebastiano Rossi e almeno uno in più per superarlo: in calendario c’è la partita col Sassuolo, poi i primi minuti del derby con il Torino. Se Buffon non prenderà gol nel match con i neroverdi di oggi e nei primi 3 minuti del derby coi granata, allora sarà record.

Il record di Sebastiano Rossi fu qualcosa di magico, visto che il portiere del Milan subì in quella stagione solo 15 gol in 34 partite. Non raccolse palloni nella propria rete dal 37′ di Milan-Cagliari 2-1 (rete di Matteo Villa, 16ª giornata) al 66′ di Milan-Foggia 2-1 (rete di Igor Kolyvanov, 25ª giornata). Più difficile che Buffon possa arrivare al record assoluto nel calcio mondiale, che ad oggi è detenuto da Geraldo Filho “Mazaròpi”, portiere brasiliano del Vasco da Gama: dal 18 maggio 1977 al 7 settembre 1978 rimase imbattuto per venti partite, per un totale di 1.816 minuti.

A più ampio raggio, si può tranquillamente dire che il segreto di una difesa imperforabile è proprio la difesa stessa e la qualità dei singoli: non è un caso che Sebastiano Rossi avesse attorno a se gente del calibro di Baresi, Costacurta, Filippo Galli, Maldini, Tassotti e Panucci, tutti elementi ritrovati poi a Usa ’94 e che hanno sfiorato il titolo mondiale.

E che dire di Gigi Buffon, che assieme a Barzagli, Bonucci e Chiellini farà sicuramente scudo quest’estate durante gli Europei di Francia 2016 alla porta azzurra. Perché il segreto è proprio questo: non ci sono segreti, tutto sta alla bontà e alla bravura dei singoli difensori. E sulle difese si sono sempre costruite le vittorie.