La Recopa sudamericana non è arrivata, ma esce comunque a testa alta la Chapecoense. A Medellin vince 4-1 l’Atletico Nacional, che rimonta il 2-1 dell’andata.

Il tributo alle vittime

Prima della gara la Chape ha commemorato gli ex compagni con un pellegrinaggio alla collina dove l’aereo era precipitato. Il portiere Jackson Follmann, il difensore centrale Neto, il terzino sinistro Alan Ruschel e il radiocronista Rafael Henzel si sono poi recati in ospedale per esprime la loro gratitudine all’equipe dell’ospedale in cui erano stati ricoverati. Il comune di Union si è invece fatto carico di restituire gli oggetti personali appartenenti alle vittime. Commovente l’abbraccio fra Neto e Marlon Lengua, il tenente di polizia che lo aveva tratto in salvo. Così come il discorso del difensore prima della gara: “Non aspettate che cada un aereo per dire ti amo, non aspettate che cada un aereo per chiedere perdono… Non aspettate che cada un aereo per dare un abbraccio, non aspettate che cada un aereo per dare un bacio. Avete la possibilità di agire in modo differente tutti i giorni, di dimostrare che l’amore vince”,

Agonismo nei 90′

Sopravvissuti brasiliani accolti all’Arena Condà da un caloroso applauso. Ma sul terreno di gioco non si sono fatti sconti. E dopo 2’ Dayro Moreno ha dato il vantaggio ai colombiani con un preciso diagonale. I padroni di casa insistono e al 31’ trovano il raddoppio con Ibargüen. Quando rientra dall’intervallo la Chape mostra voglia di reagire. Più veloce e incisiva, crea problemi alla difesa avversaria. Eppure il Nacional rifila la terza rete: Ibargüen scodella un cross dalla sinistra per la testa di Rodríguez che supera Artur Moraes, ex portiere di Siena, Cesena e Roma. Nel quarto d’ora finale il tecnico della Chape Vagner Mancini getta nella mischia Túlio de Melo, noto per i trascorsi nel Palermo. Ibarguën aumenta ancora le distanze per l’Atletico Nacional. Poi Túlio de Melo segna il gol della bandiera, applaudito dai colombiani. Lo stesso trattamento che era stato riservato all’andata dai brasiliani per il gol del Nacional.