José Mourinho che chiude la stagione con “zeru tituli”? Non è vero. Il ko del Real Madrid nella finale di coppa contro l’Atletico (1-2 ai supplementari), oltre a essere il primo in un derby contro i Colchoneros dal 1999 ad oggi, segna il tramonto dell’era Mou.

Il tecnico portoghese chiude male la sua esperienza spagnola ma, a onor del vero, riuscendo anche in questa stagione a portare a casa almeno un trofeo.

E’ infatti vero che se la sua squadra ha fallito gli obiettivi campionato (secondo posto), coppa nazionale (finalista) e Champions League (semifinalista) ha almeno vinto la Supercoppa di Spagna, battendo nella doppia finale il Barcellona nell’agosto scorso, quando rimontò il 2-3 del Campo Nou all’andata con il 2-1 del Bernabeu.

Continua quindi la striscia di successi del tecnico lusitano che, nelle stagioni in cui non è subentrato (Porto 200-02) o non è stato esonerato (Chelsea 2007-08) ha sempre vinto almeno una competizione.

Ecco il dettaglio:

2001-02 (Porto): subentrato a dicembre.

2002-03 (Porto): Campionato Portoghese, Coppa di Portogallo e Coppa Uefa.

2003-04 (Porto): Supercoppa di Portogallo, Champions League.

2004-05 (Chelsea): Campionato Inglese, Coppa di Lega Inglese.

2005-06 (Chelsea): Campionato Inglese, Supercoppa Inglese.

2006-07 (Chelsea): Coppa d’Inghilterra e Coppa di Lega Inglese.

2007-08 (Chelsea): esonerato a settembre.

2008-09 (Inter): Supercoppa Italiana e Campionato Italiano.

2009-10 (Inter): Campionato Italiano, Coppa Italia e Champions League.

2010-11 (Real Madrid): Coppa di Spagna.

2011-12 (Real Madrid): Campionato Spagnolo.

2012-13 (Real Madrid): Supercoppa di Spagna.