L’ultima amichevole negli Stati Uniti non ha portato il sorriso sul volto di Walter Mazzarri (foto by InfoPhoto). La sua Inter, infatti, è stata sconfitta con un rotondo 3-0 dal Real Madrid di Carlo Ancelotti. I nerazzurri hanno mostrato di essere ancora in ritardo di condizione e sono stati surclassati dai Galacticos.

Vero è che la Liga spagnola parte settimana prossima, dunque un Real Madrid più in palla era anche da aspettarselo. Ma l’amichevole dell’Edward Jones Dome di Saint Louis ha avuto ben poca storia e ha mostrato una Inter anche con poche idee: di Kakà e Cristiano Ronaldo nel primo tempo le marcature del Real, che poi ha concluso sul 3-0 grazie ad un’autorete di Alvarez nella ripresa.

Mazzarri ha esordito con un 3-5-1-1: il diciannovenne Olsen in mediana al fianco di Cambiasso, Guarin a supporto di Palacio. Ancelotti, invece, ha schierato un 4-3-3 fenomenale: prima marcatura all’11, con Kakà abile a superare Ranocchia e Campagnaro. Il raddoppio di CR7 arriva su assist di Casemiro. Nella ripresa traversa per Jesé, prima della già citata autorete di Alvarez: “Almeno due palle gol oggi sarebbero potute entrare – le parole di Mazzarri a fine gara - sembra paradossale dire questo perché chi non ha visto la partita vede un 3-0 e pensa ci sia stata un dominio netto del Real Madrid. Invece l’Inter ha creato 6-7 occasioni clamorose. Ci è mancata sicuramente lucidità, ma sono molto soddisfatto della partita della mia squadra”.