Il Real Madrid si appresta a disputare a Cardiff la quindicesima finale di Champions League della sua storia. I blancos sono prevalsi in 11 occasioni, perdendone 3.

Il Real si è aggiudicato le prime cinque edizioni dell’allora Coppa dei Campioni. Nel 1955/56, al Parco dei Principi di Parigi, andarono ko i francesi dello Stade Reims. Vittoria in rimonta: reti di Leblond e Templin per i transalpini, poi gol di Rial e Di Stefano per il 2-2. Nel finale nuovo vantaggio del Reims con Hidalgo, pari di Marquitos e sigillo finale di Rial per il 4-3.

Nel 1956/57 (finale al Bernabeu) ancora Real vittorioso con il 2-0 alla Fiorentina. Nel 1957/58 ko nuovamente una squadra italiana, il Milan, battuto per 3-2 ai tempi supplementari all’Heysel di Bruxelles.

Il dominio delle merengues continua anche nel 1959 (battuto lo Stade Reims per 2-0 a Stoccarda) e nel 1960 (a Glasgow Eintracht Francoforte battuto con un rocambolesco 7-3).

Nel 1962 prima sconfitta in finale per il Madrid: a prevalere fu il Benfica, capace di spuntarla ad Amsterdam per 5-3. Il 1964 è l’anno dell’Inter: i nerazzurri superano gli spagnoli e arrivano in cima all’Europa con il 3-1 di Vienna.

Il Real torna a vincere nel 1966. A Bruxelles c’è il 2-1 ai danni del Partizan Belgrado. La coppa dei campioni è nata da appena undici anni, ma sono già otto le finali che hanno visto protagonista la casa blanca. A questo punto, però, l’epopea si interrompe e per trovare un’altra finale che veda protagonista le merengues bisona andare al 1981: al Parco dei Principi di Parigi Liverpool batte Real Madrid per 1-0.

Ancora un lungo digiuno, poi nel 1998 il Real Madrid torna a sollevare il trofeo con l’1-0 ai danni proprio della Juventus firmato Mijatovic. Nel 2000 c’è il 3-0 al Valencia (finale disputata a Milano). Altri due anni ed a Glasgow arriva il 2-1 sul Bayer Leverkusen con gol decisivo proprio di Zidane.

Il 2014 è l’anno della decima (4-1 all’Atletico Madrid dopo i tempi supplementari a Lisbona). Lo scorso anno a Milano vittoria ai rigori ancora contro i cugini dell’Atletico.