Buone notizie per l’Italia, in crescita il calcio russo. Questi i responsi più recenti relativi ai ranking dell’Uefa, che classifica, come sempre, club e nazioni, dopo ogni settimana di coppe.

Andando ad approfondire cifre e dati, emerge che, grazie alle buone prove di Lazio e Inter in Europa League (e di Juventus e Milan in Champions), l’Italia mantiene un buon totale di 4 superstiti su 6 formazioni che hanno iniziato la campagna continentale. Mancano solo Udinese e Napoli e le altre hanno buone probabilità di andare avanti.

Questo va bene per tenere lontane Francia e Portogallo, le nazioni che più da vicino insidiano il nostro quarto posto, ma non basta ancora per migliorare la posizione e provare a riprenderci la possibilità di avere una quarta formazione in Champions. La Germania è ancora molto avanti: anzi, finora, in questa stagione, ha fatto meglio anche della seconda in classifica, l’Inghilterra.

Andando a guardare ancora più sotto, si registra invece la crescita importante del calcio russo: grazie alla qualificazione agli Ottavi di Europa League di tre squadre su tre – Zenit, Rubin e Anzhi – i russi sono in grande spolvero, indubbiamente anche grazie al fatto di aver spalmato la stagione su due anni solari, ancorchè con sosta invernale lunga.

Deludono invece altri due Paesi ex sovietici: l’Ucraina ha perso in un solo colpo Dnipro, Metalist e Dinamo Kiev e ora si aggrappa al solo Shakthar di Champions. Fuori anche l’ultima superstite della Bielorussia, il Bate Borisov, ma anche nazioni di medio livello come Olanda e Belgio.

Foto: Infophoto.

Il link del ranking Uefa:

http://it.uefa.com/memberassociations/uefarankings/index.html