Come ci si attendeva, al netto della sconfitta contro ogni pronostico della Roma a Borisov in Champions League, le vittorie della Juventus contro il Siviglia sempre in Champions e quelle delle altre italiane Lazio, Fiorentina e Napoli in Europa League, sono state importanti oltre che per i club in sé anche in ottica Uefa per il discorso del ranking europeo che ci consente di aumentare il numero dei club per le iscrizioni alle competizioni Uefa. Il quarto posto Champions dell’Inghilterra è ora più vicino e in una settimana è stato recuperato mezzo punto. Nel 2016 il sorpasso sarà una formalità.

Il bilancio tricolore in sostanza, quattro vittorie e una sconfitta, hanno consentito all’Italia (1,333) di recuperare 0,583 punti sulla Premier League (0,75) che ha raccolto in totale due vittorie e altrettanti pareggi e sconfitte. La distanza generale nel ranking Uefa è sotto i quattro punti con un vuoto significativo (Spagna, Germania e Francia) alle spalle della Serie A.

Fondamentale per il meccanismo del calcolo del ranking, il gioco degli scarti che aumenterà con l’aumentare del cammino delle nostre rappresentanti in proiezione futura, con il quarto posto in Champions che si avvicina sempre più. Al momento il sorpasso in classifica sarebbe già avvenuto. A fine anno, infatti, la Uefa scarterà i risultati ottenuti nella stagione 2011-12 con la Premier che non riconfermando gli esiti passati rinuncerà a 3,893 punti in più della Serie A e anche proseguendo il cammino Uefa, nella stagione successiva, gli inglesi perderebbero circa 2 punti in più.

Importantissimo dunque battere il ferro finché e caldo continuando ad inanellare serie positive a discapito del momento negativo delle inglesi in Europa, per accumulare punteggio utile al fine di creare quel distacco che nell’immediato futuro tornerebbe utile in chiave ranking. Pur avendo perso due squadre nei preliminari di Europa League, le squadre britanniche continueranno a dividere il loro punteggio per 8 pur giocando in 6, esattamente come l’Italia continuerà a dividere conteggiando la Sampdoria eliminata prematuramente dal Vojvodina.

Proseguendo nel trand positivo, dunque, l’Italia potrebbe riconquistare la quarta squadra da iscrivere per la Champions League a partire dalla stagione 2017/2018. Ovviamente un’ipotesi, perché il calcolo della graduatoria varia a ogni singolo risultato o passaggio del turno. Rappresenterebbe però una grande occasione da sfruttare per il prestigio del calcio italiano.