Effetti collaterali positivi dal Juve-Real Madrid 2-1 andato in scena ieri sera. Il successo dei bianconeri sugli spagnoli nella semifinale d’andata di Champions League ha consentito all’Italia di ottenere il primo posto nel ranking Uefa, scavalcando proprio la Spagna nella classifica relativa alla stagione in corso.

Ora l’Italia è il battistrada nel vecchio continente grazie ad un coefficiente di 18.500, contro il 18.357 ottenuto sin qui dai club iberici.

Un ottimo risultato senz’altro, ma suscettibile di notevoli variazioni. Potrebbe cambiare qualcosa già stasera, tenuto conto che il Barcellona sfiderà il Bayern Monaco nell’altra semifinale di Champions League.

Domani sera, invece, il penultimo atto dell’Europa League. Di fronte Siviglia e Fiorentina in Andalusia e Napoli e Dnipro al San Paolo. Tanto potrà ancora cambiare.

Quel che non subirà modifiche è invece, purtroppo per noi, la classifica relativa alle ultime cinque stagioni, quella decisiva ai fini del conteggio delle squadre che ogni paese porta in Champions League.

Il terzo posto (l’ultimo che vale quattro posti nella coppa dalle grandi orecchie) è occupato dalla Germania, distante attualmente più di nove punti. L’Italia, quarta, ha 70.010 punti, i club teutonici ne hanno sommati 79.129. Appena più su l’Inghilterra (80.391), imprendibile la Spagna, sempre prima a quota 98.142.

L’Italia, però, può mettere fieno in cascina per il futuro, nonostante le proiezioni non vedano grossi cambiamenti almeno fino alla stagione 2016/2017, e distanziare definitivamente le inseguitrici.

Il Belpaese del calcio ha pagato un grosso tributo alle ultime, orripilanti, quattro stagioni, nell’arco delle quali ha dovuto guardarsi anche dal Portogallo (sempre, quinto ma ora a distanza di sicurezza a quota 61.382).

RANKING UEFA, COME FUNZIONA

Ma come funziona questo benedetto ranking Uefa, croce e delizia dei calciofili del vecchio continente? Il sistema architettato dalla Union of European Football Associations è meno cervellotico di quanto si possa credere.

La classifica si riferisce ai punteggi ottenuti dai club di ciascun paese nelle ultime cinque stagioni.

Il punteggio viene ricavato assegnando ad ogni squadra due punti per la vittoria ed un punto per un pareggio.

I club ottengono un punto in più per ogni turno superato. La Uefa, inoltre,assegna quattro punti per la partecipazione alla fase a gironi di Champions League ed Europa Legaue, più un bonus di quattro punti per l’eventuale approdo agli ottavi.

Il coefficiente stagionale viene calcolato dividendo, per ciascuna nazione, il totale dei punti ottenuti per il numero dei club che hanno partecipato a Champions ed Europa League. Il numero viene poi sommato a quello delle quattro stagioni precedenti. In caso di parità, la Uefa favorisce la Federazione che ha ottenuto un punteggio migliore nell’ultima stagione.