Continua l’incetta di trofei di Cristiano Ronaldo, che ora si aggiudica per la quarta volta nella sua pluridecorata carriera la Scarpa d’oro, riconoscimento che viene elargito annualmente a chi segna più reti in Europa.

Il dualismo con Messi prosegue e questa volta registra un nuovo successo per il portoghese del Real Madrid, che con questo alloro scavalca proprio l’argentino che rimane, però, in vantaggio nel particolare computo sui Palloni d’oro.

Sfide nelle sfide, tra due calciatori che stanno monopolizzando da anni la scena calcistica internazionale. Che siano i migliori non lo mette in dubbio nessuno e questa nuova Scarpa d’oro per Cristiano Ronaldo è l’ennesimo riconoscimento ad una carriera che sembra non avere mai fine e soste.

La sfida è dunque rinviata a gennaio, quando a Zurigo ci sarà l’assegnazione del Pallone d’oro 2015: per ora Messi vince 4-3, ma le cose potrebbero anche cambiare. Tornando alla scarpa d’oro, l’attaccante portoghese del Real Madrid ha raggiunto questo traguardo grazie a 48 gol registrati nella stagione 2014/2015 solo nella Liga. In totale, tra coppe varie nazionali ed europee, si arriva a quota 71. Ronaldo aveva già vinto la scarpa d’oro nel 2007/08 ai tempi del Manchester United, nel 2010/2011 e nel 2013/2014 con il Real Madrid. Giusto per non farci mancare nulla e per ribadire la dualità tra Messi e Ronaldo, il portoghese mastica amaro, perché il record di gol stagionali nella Liga rimane ancora saldamente in mano a Messi, che arrivò a quota 50.

Cristiano Ronaldo ha ritirato il premio in un hotel di Madrid ed erano presenti anche l’allenatore, Rafa Benitez, e il presidente, Perez: “Le vittorie non mi bastano mai – ha commentato – non sono mai soddisfatto. Anche quest’anno voglio vincere la Liga, la Champions e la Coppa, e con questa squadra, con questo Real Madrid credo sia possibile.”