All’1.30 ora italiana si gioca Argentina-Perù, gara delicatissima sulla strada delle qualificazioni mondiali. Entrambe le formazioni sono appaiate a quota 24 punti al quarto posto. Le regole delle qualificazioni per il girone sudamericano prevedono che le prime quattro accedano direttamente alla competizione iridata, mentre la quinta va a giocare il play off intercontinentale contro la Nuova Zelanda (andata 6 novembre, ritorno 14 novembre).

La classifica Conmebol vede già qualificato il Brasile, in testa al girone unico con 37 punti. Al secondo posto, staccatissima, ma con un piede e mezzo in Russia, l’Uruguay di Cavani e Suarez, a quota 27. Poi la bagarre con Colombia a quota 26, Argentina e Perù a 24 e Cile a 23. Speranze minime per Paraguay, a quota 21, ed Ecuador a 20. Più indietro e fuori dai giochi la Bolivia ed il Venezuela, rispettivamente a 13 e 8 punti.

Per superare l’ostacolo, l’Argentina torna a giocare alla Bombonera (di solito è di scena al Monumental). L’albiceleste punta anche sul calore dello stadio del Boca Juniors per tornare alla vittoria.

Jorge Sampaoli dovrebbe schierare la squadra con il 4-3-3. Dybala e Icardi si accomoderanno inizialmente in panchina, con il tridente offensivo che potrebbe dunque essere composto dal “Papu” Gomez, Messi in mezzo e Di Maria a sinistra.

Con una vittoria l’Argentina sarebbe quanto meno certa del quinto posto e degli spareggi, con un pari o una sconfitta sarebbero guai grossi, con tutto il discorso rimandato all’ultima giornata. Buenos Aires, intanto, trema.