Privo di Neymar, il Brasile centra la quarta vittoria consecutiva e balza al comando del girone di qualificazione ai Mondiali 208 di Russia. L’Argentina, senza Messi, perde invece davanti al pubblico amico.

PROVA DI FORZA VERDEORO

Festeggia la Seleçao di Tite che passa 2-0 in Venezuela grazie ai goal del baby Gabriel Jesus e dell’ala del Chelsea, Willian. I carioca fanno affidamento sul romanista Allison tra i pali e agli esperti Dani Alves e Miranda in difesa. Davanti Coutinho e Willian col gioiello Gabriel Jesus. Proprio il futuro giocatore del Manchester City sblocca il risultato all’8′, sfruttando un errato disimpegno del portiere Hernandez. In avvio di ripresa Willian sigla il raddoppio, lesto ad avventarsi su un cross basso di Renato Augusto e a segnare in diagonale.

PULCE IMPRESCINDIBILE

L’Argentina cade invece contro l’Uruguay e allunga a tre la striscia di gare senza successi. Determinante la rete di Derlis Gonzalez, che finalizza al 18′ una bella azione di contropiede con un preciso destro sul primo palo. Poco dopo Di Maria colpisce un palo, mentre in avvio di secondo tempo Aguero spreca un rigore tirando centrale e facilitando la parata di Villar. Portiere ospite nuovamente protagonista al 49′ sul Kun e nel finale su un tiro di Dybala, entrato al posto di Gaitan. Per l’Albiceleste si tratta della seconda sconfitta in queste qualificazioni ed è la prima volta nella storia che accade. Vinta inoltre solo una gara delle 7 giocate senza Messi (3 su 3 con la ‘Pulce’).

VIDAL A QUOTA 20

Al secondo posto in classifica a 20 punti c’è l’Uruguay, che pareggia 2-2 in Colombia. I Cafeteros con Bacca, Cuadrado e Muriel vanno avanti con Aguilar di testa al 15′, ma la Celeste non ci sta e al 27′ impatta subito con ‘Cebolla’ Rodriguez su palla inattiva. Nella ripresa la selezione di Tabarez firma il sorpasso con Suarez, ma all’84′ la Colombia fa 2-2 con l’incornata di Arias su servizio di Cuadrado. Il Cile supera invece 2-1 il Perù con doppietta di Arturo Vidal, arrivato a 20 goal con la maglia della ‘Roja’: un’incornata per l’1-0, un sinistro chirurgico dal limite per il successo all’85′. Termina 2-2 l’incontro tra la Bolivia e l’Ecuador, terzo insieme alla Colombia.