Miroslav Klose uber alles. L’ariete della Lazio, autore di una rete nel 3-0 della Germania all’Austria, ha toccato quota 68 reti in Nazionale, affiancando un gigante del calcio teutonico, ovvero Gerd Muller.
Un bel record, ma che va specificato meglio: l’ex centrattacco del Bayern ha segnato i suoi gol in 62 partite, mentre il suo “erede” li ha totalizzati in 129 presenze con la maglia bianca, dunque più del doppio.
Il giocatore con più reti segnate nella propria nazionale è Ali Daei (Iran) con 109 gol in 149 gare, ma quello con la media migliore è il misconosciuto Poul “Tist” Nielsen (Danimarca) con 52 reti in appena 38 partite, seguito a ruota dallo svedese Sven Rydell (49 gol in 43 gare), dallo stesso Muller e dal magiaro Ferenc Puskas (84 centri per 85 gettoni).
Il venerdì internazionale ha anche proiettato Cristiano Ronaldo (tripletta a Belfast, dove i suoi stavano perdendo 2-1 e hanno travolto 4-2 l’Irlanda del Nord) a quota 43 reti. L’attaccante del Real Madrid ha superato il mito Eusebio (41) ed è a sole 4 lunghezze dal battistrada Pauleta (47) nella classifica dei bomber portoghesi.
Per quanto riguarda l’Italia, 19° gol azzurro per Alberto Gilardino, uno in meno di Paolo Rossi, ma ancora lontano da Gigi Riva (35).

Foto: Infophoto.