Penultima tornata di sfide per la qualificazione agli Europei di Francia 2016 con la Nazionale italiana impegnata in serata al Franchi di Firenze contro Malta e poi il 6 settembre a Palermo contro la Bulgaria (l’ultima coppia di match si disputerà invece il 10 e il 13 ottobre contro Azerbaijan e Norvegia). Partite che potrebbero risultare decisive per scrollarsi di dosso la Norvegia, terza a 10 punti (-2 dall’Italia) nel Gruppo H, impegnata con avversarie non facili come Bulgaria e Croazia.

Per l’occasione, Antonio Conte potrebbe schierare il modulo che fino a questo punto sta dando buoni risultati ovvero il 4-3-3. Particolare attenzione verrà riservata al centrocampo visto che lo stesso Conte nella conferenza stampa del pre-partita ha annunciato che Pirlo e Verratti potrebbero giocare insieme dal primo minuto. D’altronde Verratti al PSG è abituato a giocare al fianco di Thiago Motta e non avrebbe problemi ad avanzare di qualche metro la sua posizione. Accanto a loro il favorito è Bertolacci. Nel tridente offensivo la punta centrale sarà Pellè con Candreva ed Eder ai lati. In difesa invece la coppia centrale Bonucci e Chiellini verrà affiancata sulle fasce da Darmian e Criscito.

Ad attendere la nazionale azzurra ci sarà il classico 4-4-2 del Malta di Pietro Ghedin. La coppia d’attacco è costituita da Effiong e Schembri con Misfud che partirà dalla panchina. Attenzione naturalmente alle due ali Ryan Fenech e Clayton Failla (autore dell’unica rete messa a segno dalla nazionale maltese in queste qualificazioni), giocatori dotati di buona spinta offensiva. Al centro del centrocampo i due designati sono Rowen Muscat e Briffa. In difesa invece ritroviamo la coppia di centrali Agius e Camilleri con gli altri due Muscat, Alex e Zach, sull’esterno.

Italia (4-3-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Criscito; Verratti, Pirlo, Bertolacci; Candreva, Pellè, Eder. All. Conte.

Malta (4-4-2): Haber; A. Muscat, Agius, Camilleri, Z. Muscat; Fenech, R. Muscat, Briffa, Failla; Effiong, Schembri. All. Ghedin.