Si complica il cammino di Josè Mourinho verso il record di conquistare tre Champions League con tre squadre diverse. Il suo Chelsea esce con le ossa rotta (3-1) dalla sfida di andata dei quarti di finale contro il PSG: al Parco dei Principi i padroni di casa partono a razzo e dopo tre minuti sono già in vantaggio grazie all’eurogol di Lavezzi che ringrazia John Terry per l’involontario assist di testa. I blues reagiscono e pareggiano i conti alla mezz’ora con Hazard su un rigore concesso per un’ingenua entrata di Thiago Silva, in palese ritardo su Oscar. Gli ospiti sfiorano anche il 2-1 con uno splendido tiro al volo che centra il palo a Sirigu battuto.

Ma nella ripresa il Chelsea si spegne e lascia campo e iniziativa ai parigini che sprecano con Cavani ma tornano avanti grazie a un autogol di Daivd Luiz al 61′. Mourinho vede Ibrahimovic uscire per un infortunio muscolare alla coscia e gongola perchè al 90′ sta per tornare a Londra con la più ‘comoda’ delle sconfitte. Ma uno scatenato Pastore, entrato da pochissimo al posto di Lavezzi, s’inventa uno slalom d’antologia in mezzo a tre avversari e punisce Cech con una staffilata sul suo palo. Mourinho lascia il campo visibilmente amareggiato. Tra 6 giorni il ritorno a in cui servirà ben altro Chelsea che nella ripresa non ha mai tirato in porta.

Lo Special One  (foto by InfoPhoto) crede comunque nella possibilità di passare ancora il turno: “La situazione possiamo ribaltarla anche se a questo livello è difficile: siamo in una competizione dove i giocatori devono fare la differenza. E difensivamente, dove solitamente siamo compatti, abbiamo fatto degli sbagli. Il terzo gol è addirittura ridicolo. Abbiamo recuperato 10 palloni in zone pericolose e non siamo stati capaci, in venti metri, di essere aggressivi e trasformare queste possibilità in gol. In attacco non abbiamo il giocatore da due, tre gol a partita: non abbiamo i Ronaldo, i Messi o i Lewandowski. Però siamo in casa e dobbiamo provarci. Mancherà Ibrahimovic? Per loro non è un problema: hanno Lucas, Lavezzi e Cavani è meglio da centravanti che da esterno”.

LEGGI ANCHE

Real Madrid-Borussia Dortmund 3-0: Ancelotti vede la semifinale 

Pronostici Champions League: il consiglio per il multiplo

Champions League su Mediaset, addio Sky

Champions League ottavi: tutte le squadre qualificate