Se i conti in rosso della Roma (si parla di circa 131 milioni di disavanzo) hanno destato non poche perplessità riguardo agli ultimi movimenti della società in fatto di mercato e tanti dubbi sia sul futuro del club come organigramma (rosa e ingaggi) che a livello di infrastrutture (il nuovo stadio d’imminente realizzazione), niente paura poiché Pallotta e soci stanno per ricevere un bond da 200 milioni da Golden Sachs per poter fra fronte a tutto. Già, un prestito obbligazionario a lungo termine, sul modello di quello richiesto la scorsa estate da Thohir per l’Inter.

Goldman Sachs che è intervenuta anche nell’affaire Fca con Marchionne, insieme a Unicredit – coinvolta nel prestito accordato all’Inter – starebbe infatti mettendo in piedi questo bond multimilionario a favore della Roma. Come nel caso del prestito a Thohir, il denaro servirà anche per finanziare una newco, ovvero una società creata ad hoc per controllare gli indotti di mercato provenienti dal marchio AS Roma che possa in tal modo farsi garante del prestito obbligazionario. Come nel caso della società nerazzurra, la durata del prestito dovrebbe variare dai 5 ai 7 anni, probabilmente con la formula “senior”, ovvero con una priorità nel rimborso rispetto ad altri debiti della società emittente.

(Foto by InfoPhoto)