Dopo un turno di Europa League che ha portato più delusioni che sorrisi, eccoci pronti a rituffarci nel nostro campionato coi pronostici Serie A relativi alla 27.a giornata. Campionato, a dire il vero, che sembra già finito, almeno per quanto riguarda il discorso scudetto, e ci sono ampie indicazioni anche per quanto riguarda la lotta per non retrocedere. Appassionante, invece, la corsa a un posto in Champions League, con la Lazio all’arrembaggio di Napoli e Roma, nonché per l’Europa minore, con otto squadre alla caccia delle due o tre piazze a disposizione (chi arriva settimo sta sicuramente a guardare, ma meglio non farlo sapere a Galliani). Ecco il nostro consiglio per il multiplo:

Pronostici Serie A

Verona-Napoli over 2,5: quota 1,73

Il Napoli è squadra che flirta spesso e volentieri col segno over – è successo nove volte nelle ultime 12 gare – figuriamoci quando incontra l’Hellas. Da quando c’è Benitez in panchina, infatti, il club partenopeo ha affrontato il Verona tre volte e gli ha rifilato un totale di 14 gol, per una spaventosa media di 4,7 reti a partita. Anche il Verona, peraltro, ama particolarmente le partite ricche di gol (39 nelle ultime 10 gare tra fatti e subiti, Coppa Italia compresa). Insomma, andiamo con l’over 2,5 e non ne parliamo più.

Sassuolo-Parma 1: quota 1,60

La squadra di Donadoni è da applausi a prescindere, per la dignità con cui sta affrontando questa stagione drammatica per motivi che vanno ben al di là delle sue responsabilità, come dimostrano i due pareggi consecutivi imposti a Roma e Atalanta. Proprio per questo non possiamo pretendere troppo. Il Sassuolo, da parte sua, è reduce da quattro sconfitte consecutive (1 gol fatto e 9 subiti) e scenderà in campo con l’unico obiettivo della vittoria per mettersi definitivamente al sicuro.

Inter-Cesena 1 con handicap: quota 2,05

Va bene tutto, ma anche la balbettante Inter di Mancini, che pure nei risultati non si distacca granché da quella di Mazzarri (e nemmeno dal Milan di Inzaghi, ma meglio non dirlo), dovrebbe essere in grado di vincere con più di un gol di scarto contro il Cesena, squadra che ha sempre subito gol fuori casa quest’anno, nonostante abbia mantenuto la porta inviolata nelle ultime due gare.

Fiorentina-Milan 1: quota 1,95

Per questo pronostico non occorrerebbe nemmeno il conforto della statistica, considerato il momento dei viola e il momento (o meglio, la stagione) del Milan, che sembra ormai aver mollato in ormeggi in attesa di capire che diavolo succederà a livello societario tra primavera ed estate. Aggiungici che la Fiorentina non batte i rossoneri al Franchi dal novembre 2005, una vita fa (3 pareggi e 5 vittorie ospiti da lì in avanti), e quel che ti viene fuori è un segno 1 blindato, o quasi.

Torino-Lazio X: quota 3,10

Gara complicata da decifrare: Lazio riposata, Torino stanco e furibondo dopo la sconfitta di San Pietroburgo in Europa League; biancocelesti reduci da quattro vittorie filate in campionato, granata che hanno perso anche domenica scorsa, e piuttosto pesantemente, a Udine. Ci sembra difficile sia che il Toro perda tre gare in una settimana, sia che la Lazio ne vinca cinque consecutive (non accade da cinque anni). Andiamo con il pareggio: in fondo, il segno X è quello più frequente tra queste due squadre (51 volte su 12o precedenti).

Un multiplo a cinque eventi che paga ben 36 volte la posta.